Quasi quasi mi faccio uno shampoo

Quasi quasi mi faccio uno shampoo
14 Luglio Lug 2017 14 luglio 2017

Capelli: ogni quanto andrebbero lavati

I capelli sporchi, i capelli secchi, i capelli crespi, anzi proprio i capelli, a volte possono diventare un problema. Vorreste vederli brillare come i diamanti delle gioiellerie di Ponte Vecchio a Firenze ed invece siete finite tra le patacche in offerta al 3x2 sulla bancarella del mercato.

Certi giorni optate per la coda, (chi l'ha inventata meriterebbe il Nobel per la pace), certi altri sfoggiate un turbante alla Emily Ratajkowski ma alla fine bisogna fare i conti con la realtà o come sarebbe più calzante dire in questo caso, bisogna far venire tutti i nodi al pettine.

Come lavare i capelli e ogni quanto farlo? Dobbiamo farcene una ragione, non ci sono i 10 comandamenti per i capelli perfetti, non ci sono tavole di argilla incise con gli how to della perfetta cura. Dobbiamo arrangiarci e trovare la giusta via da sole, come al solito del resto.

Innanzitutto dipende dal luogo in cui vivete, se abitate in una campagna incontaminata avrete meno bisogno di lavare i capelli rispetto ad una persona che vive nella inquinatissima Pechino. Stessa cosa per i luoghi che frequentate, se andate in palestra ogni giorno o amate la piscina i vostri capelli avranno senza dubbio bisogno di maggiore cura rispetto a chi invece fa ginnastica con il telecomando sul divano. Stessa cosa per le Rapunzel o per le amanti del pixie cut, se avete i capelli voluminosi come l'ego di Gianluca Vacchi allora dovrete avere più cura e attenzione delle maschiette che si asciugano i capelli con un solo colpo di vento.

Quella vecchia storia che meno si lavano i capelli e meno si ha bisogno di lavarli però non è una leggenda metropolitana. Se si azzeccano i prodotti giusti, non avremo bisogno di lavarli così frequentemente perché saranno sani e avranno un aspetto fantastico, con solo due lavaggi a settimana. Lavare troppe volte i capelli infatti non è una cosa positiva, i prodotti utilizzati possono risultare aggressivi, il phon o la piastra rischiano di stressarli e se ci aggiungiamo lo styling non ne veniamo fuori. Ne sa qualcosa Naomi Campbell che ai capelli ha detto addio molto tempo fa.

Un trucchetto da utilizzare tra un lavaggio e l'altro potrebbe essere lo shampoo secco che regala un aspetto più ordinato e nello stesso tempo pulito ai capelli senza stressarli con lavaggi aggressivi, piastra, phon e ferro. Quando invece è l'ora di lavare i capelli (perché i capelli sporchi sono repellenti come le zanzare, anzi peggio!) fatelo bene magari con due insaponate e lasciate agire per almeno 3 minuti. Usate sempre un prodotto specifico e massaggiate bene il cuoio capelluto in modo da garantire una detersione accurata. Concentratevi sulle radici mentre il balsamo va applicato solo sulle lunghezze per non appesantire troppo i capelli.

Se patite un po' di secchezza e vi svegliate come Medusa con i capelli di serpenti, poco smaphoo e abbondante balsamo oppure addirittura solo il condizionante per un'azione extra nutritiva che contrasta lo stress dovuto al sole, al vento e all'inquinamento. Se leggete in etichetta che la maschera va lasciata in posa per almeno 5 minuti fatelo davvero, la doccia non è una macchina del tempo, lì dentro 1 minuto è fatto da 60 secondi come in tutto il mondo dunque, non barate!

Se invece la chioma è grassa, scegliete dei prodotti naturali in modo da regolarizzare il sebo e lavate i capelli un giorno sì ed uno no, pian piano dovreste riuscire a gestirli meglio.

Ma alla fine che regole seguire? In generale un paio di volte a settimana potrebbe essere la scelta giusta ma con qualche accorgimento a seconda della lunghezza e dello stato di salute. Guardateli, trasformatevi in un genio della lampada, parlateci con i capelli, come Biancaneve agli uccellini, prima o poi ne carpirete il mistero e vivrete finalmente felici e contenti.

Tags

Commenti

Commenta anche tu