Lazio, il Pd finanzia parco giochi intitolato al gerarca Graziani

Lazio, il Pd finanzia parco giochi intitolato al gerarca Graziani
16 Luglio Lug 2017 9 giorni fa

Il Pd, in Parlamento, lotta per far approvare la legge Fiano ma a livello locale finanzia opere fasciste come nel Lazio guidato da Nicola Zingaretti che ha stanziato 285mila euro per un parco giochi intitolato al fascista Rodolfo Graziani

Il Pd, in Parlamento, lotta per far approvare la legge Fiano ma a livello locale finanzia opere fasciste. È il caso della giunta regionale del Lazio guidata da Nicola Zingaretti che ha stanziato 285mila euro per la riqualificazione di un parco giochi per bambini intitolato al gerarca fascista Rodolfo Graziani.

Il parco si trova a Filettino, piccolo comune in provincia di Frosinone è il paese natìo del "Maresciallo d’Italia" Graziani, viceré d’Etiopia, ministro della Guerra nella Repubblica di Salò e primo presidente onorario del Movimento Sociale Italiano. Un personaggio che, come ricorda ilfattoquotidiano.it che riporta la notizia, su richiesta dell’Etiopia, è stato inserito dall’Onu nella lista dei criminali di guerra per l’uso di gas tossici e bombardamenti degli ospedali della Croce Rossa. Tale vicenda ricorda quella di Parco di Radimonte ad Affile, paese non lontano da Filettino, dove il sindaco Ercole Viri di Fratelli d'Italia nel 2012 voleva erigere un “sacrario” in onore a Graziani con i soldi stanziati dall’ex governatore Piero Marrazzo, sempre del Pd. Alla fine non se ne fece nulla perché Zingaretti tolse tale finanziamento ma la vicenda fece molto scalpore e il sindaco di Affile fu indagato per apologia del fascismo.

“Ma le due storie sono diverse – si difende a ilfattoquotidiano.it la vicesindaco Pd di Filettino, Alessia Pomponi – ad Affile è stato creato ex-novo un sacrario dedicato a Rodolfo Graziani, qui c’è un parco giochi per bambini che porta il suo nome da tempo immemore”. U“Personalmente mi sono posta il problema – spiega – Non siamo fieri del nostro concittadino, ma è come se fosse una sorta di consuetudine: io ho 38 anni e da che ho memoria il parco si è sempre chiamato così”.

La Regione Lazio, dal canto suo, ha spiegato che il finanziamento non è legato alla ridenominazione del parco ma che “il compito dell’Ente è quello di contribuire a creare o rinnovare opere pubbliche, non di fare toponomastica”. Il consigliere regionale di Fdi, Giancarlo Righini, sottolinea il diverso trattamento adottato dalla Regione:“Zingaretti si è battuto da subito per far revocare il finanziamento per il Parco Radimonte ad Affile, che solo una giusta sentenza del Tar ha permesso di non vanificare. Nel Mausoleo del Soldato, fra l’altro, l’unico riferimento al generale Graziani è in una foto presente in una struttura neppure oggetto di finanziamento”. A Filettino, invece, “con la stessa delibera la Regione ha finanziato con quasi 300.000 euro il Comune, per un parco intitolato proprio a Rodolfo Graziani, il cui nome compare a caratteri cubitali. Forse perché il sindaco è un esponente del Pd? Anche lui dovrebbe essere indagato per apologia del fascismo?”.

Tags

Commenti

Commenta anche tu