Usa, il serial killer dei mici condannato a 16 anni

16 Luglio Lug 2017 16 luglio 2017

Il giovane, affetto da un disturbo mentale incurabile, ha ucciso 21 felini dopo averli abusati

Hanno usato la mano pesante e la sentenza a suo modo farà storia. Una sentenza severa per un caso che ha sbalordito e choccatoo gli Stati Uniti. Robert Roy Farmer, ribattezzato «il serial killer di gatti», è stato condannato a 16 anni di galera. la motivazione: il ragazzo, 25 anni, californiano è accusato di aver rapito, seviziato e ucciso almeno ventuno gatti, su alcuni dei quali, ed è qui che l'America ha avuto un brivido di raccapriccio, avrebbe anche commesso abusi sessuali. Un'ipotesi rigettata dalla difesa ma che non è stata esclusa dal veterinario che ha eseguito le autopsie sui cadaveri degli animali. Molti erano gatti di casa, non randagi catturati a caso, che l'uomo ha attirato nei giardini o nei dintorni delle abitazioni dove vivevano. Farmer non ha negato le proprie responsabilità e in aula si è dichiarato colpevole dei diversi capi di accusa imputatigli, tra cui crudeltà verso animali ma ha anche ammesso di aver agito sotto l'influenza degli stupefacenti.

La storia va avanti da due anni. É stato il Mercury News, giornale di San Jose, a segnalare per primo nel settembre 2015 la continua, strana e misteriosa scomparsa di gatti, soprattutto nel quartiere di Cambian Park. Poco dopo cominciò il ritovamento dei cadaveri di gatti. Non molto dopo Farmer fu pizzicato dormire nella sua auto in un parcheggio di un supermercato, addosso portava le tracce evidenti dei crimini commessi contro i gatti rapiti. Inoltre è stato incastrato da un video in cui lo si vedeva adescare un gatto da un giardino e metterlo nel suo zaino.

Le autopsie sugli animali hanno rivelato sevizie orribile, ma Robert Roy Farmer, figlio di un capitano della polizia di San Jose in pensione, è affetto da un disturbo della personalità «senza alcuna speranza di riabilitazione». In ogni caso il ragazzo dovrà scontare 16 anni di carcere, tenendo anche conto dei 646 giorni già trascorsi dietro le sbarre dal momento dell'arresto. Dopo la strage di gatti, era stata lanciata anche una petizione si Change.org, per chiedere giustizia.

Commenti

Commenta anche tu