Cervia, il limo di salina fa prodigi per chi ha problemi alla pelle

26 Luglio Lug 2017 26 luglio 2017

A Comano cicli di bagni per i bimbi che soffrono di dermatite

Viviana Persiani

Alle Terme non si va solo per rilassarsi, dedicandosi al proprio corpo, cullato dalla dolcezza di un massaggio o da un bagno in acque benefiche. Si ricorre a questi stabilimenti anche, e soprattutto, per sopperire ai tanti impedimenti che limitano la «nostra macchina», in particolare dopo una certa età, anche se ritenere questi luoghi solo come mete di persone anziane sarebbe un errore vista la frequentazione di bimbi (principalmente per le cure inalatorie). Chi va alle Terme spera, se non in un miracolo, certamente in un miglioramento della propria salute. I tanti milioni di italiani che soffrono di malattie della pelle, ad esempio, in una delle sue tante declinazioni (psoriasi, dermatite atopica, ecc), affidano a fanghi e acque termali la ricetta per rivitalizzare il proprio aspetto esteriore. Per questo, la notizia comunicata da Andrea Flamigni, direttore sanitario delle Terme di Cervia, potrebbe ridare ulteriore speranza a tutti coloro che soffrono di queste fastidiose patologie.

«Abbiamo appena chiuso una sperimentazione, autorizzata dal comitato etico della Romagna, durata due anni, durante i quali abbiamo reclutato circa 100 partecipanti, che ha dimostrato scientificamente come il limo di salina abbia una marcia in più rispetto al fango argilloso che solitamente utilizzano tutti gli altri centri termali. Per noi è una soddisfazione, un valore aggiunto, venire a fare un soggiorno curativo alle Terme di Cervia per curare anche questa componente importante delle malattie dermatologiche che, purtroppo, in Italia, colpisce svariati milioni di persone».

Una notizia che, naturalmente, ha accresciuto il numero delle richieste. L'Acqua Madre nasce nelle saline che hanno reso famosa Cervia. Salsobromoiodica e ipertonica ha una concentrazione salina fino a 10 volte superiore a quella del mare, con notevoli proprietà antinfiammatorie e analgesiche. Il Fango Limam si forma dai microorganismi e i sedimenti che si depositano e concentrano sul fondale dei bacini di raccolta del sale, trasformandosi in limo. Il Liman viene raccolto tra ottobre e novembre, stoccato nelle fangaie dove «matura»: è lasciato sedimentare per almeno un anno nelle acque ipertermali e solo alla fine del processo naturale viene utilizzato. «Le nostre materie prime sono le uniche in Italia che applicate all'aperto ci danno ottimi risultati, anche con un periodo di remissione molto lungo e importante. Sulla base di questi risultati abbiamo creato una linea di cosmesi con i nostri laboratori di fiducia per portare a casa i benefici dei fanghi delle acque termali di Cervia».

Altrettanto efficace, per la cura delle malattie della pelle, è l'acqua delle Terme di Comano, bicarbonato-calcio-magnesiaca, con una temperatura costante alla sorgente di 27°, la più elevata tra le acque oligominerali presenti in Italia. Ha un ph vicino alla neutralità con un efficace potere tampone sul ph della pelle. Per la psoriasi, in particolare, la crenoterapia con acqua di Comano, spesso abbinata a fototerapia selettiva, dà risultati interessanti, soprattutto sul decapaggio delle squame, sulla riduzione degli infiltrati e delle lesioni, sull'effetto riabilitativo dovuto alla lunga durata nel tempo di questi effetti. Per i piccoli ospiti che, invece, soffrono di dermatite atopica, si consiglia un ciclo di bagni e di cura idropinica, per ottenere la remissione clinica della dermatite e del prurito anche a distanza di 6 mesi dal trattamento termale e in assenza di terapie farmacologiche.

Commenti

Commenta anche tu