I dati nella giornata mondiale dell’orgasmo: "Agli italiani piacciono sempre più i sex toys"

I dati nella giornata mondiale dell’orgasmo: Agli italiani piacciono sempre più i sex toys
31 Luglio Lug 2017 31 luglio 2017

I dati di Google trends degli ultimi 6 mesi rivelano che le ricerche dall'Italia sull'orgasmo sono aumentate notevolmente e anche alcuni vecchi tabù sono stati superati

ll 31 luglio è la Giornata Mondiale dell’Orgasmo e proprio in questa giornata "orgasmo" è stata tra le più ricercate in rete. Sono 534.000, infatti, i risultati che si trovano se si digita su Google questo termine.

L’Associazione Mondiale della Salute sessuale (Was), in un suo opuscolo sulla Salute sessuale, mette in chiaro che "il piacere è, probabilmente, il più potente fattore motivante per il comportamento sessuale". Secondo l'Associazione "ignorare questo ruolo nel contribuire alla realizzazione della salute e della felicità umana è un grave errore".

In Italia, la novità di quest'anno pare sia il superamento di antichi tabù. Secondo una ricerca di LoveLab, azienda italiana di cosmetici per la coppia, gli italiani sono diventati grandi consumatori di sex toys e prodotti vaginali per amplificare il piacere. Ma non è tutto. A partire dal 23 luglio, infatti, dalle 23.10 su Cielo, Real Time, Nove e Dmax, è andato in onda il primo spot italiano di sempre sui sex toys firmato da mysecretcase.com, il primo shop online dedicato al piacere delle donne.

I dati di Google trends degli ultimi 6 mesi, poi, dimostrano che le ricerche dall'Italia sull'orgasmo sono aumentate notevolmente. I più curiosi sembrano essere gli abitanti di Friuli, Liguria, Marche, Veneto ed Emilia Romagna. "Un trend di crescita per questo tipo di prodotti c’è da tempo – ha spiegato Alessandro Bertino, Ceo di LoveLab a Radio 105 - ma non era mai capitato che in 30 giorni si triplicassero la ricerche. È evidente che questa estate 2017 promette di essere davvero bollente. E non solo per le temperature".

Tags

Commenti

Commenta anche tu