L'Aquila, giochi vietati a bimbo autistico: la denuncia del padre

L'Aquila, giochi vietati a bimbo autistico: la denuncia del padre
12 Agosto Ago 2017 12 agosto 2017

Secondo i gestori il ragazzino era troppo esuberante per giocare sui gonfiabili e poteva rappresentare un pericolo per sé e per gli altri

Grave episodio in un centro commerciale de L'Aquila: a un bambino autistico è stato vietato di entrare nei gonfiabili.

È il papà del ragazzino a denunciare il fatto su Facebook. In un pomeriggio di pochi giorni fa, l'uomo si è recato nel centro commerciale "Aquilone" de L'Aquila, anche con il nipote. Per far passate il tempo ai due bambini, il papà li ha portati nell'area giochi ma, mentre al cuginetto è stato consentito l'accesso, per il bambino autistico le porte sono rimaste chiuse.

"Non voglio che episodi del genere accadano più - spiega l'uomo a Tgcom24 - ma servono più sensibilizzazione e informazione sul tema. Mio figlio non è un malato contagioso e non era mai stato vittima di discriminazione fino a oggi". Il papà si dice indignato da quanto accaduto al figlio e, secondo lui, non è sufficiente la giustificazione fornita dai gestori ai media locali. Secondo i proprietari infatti il ragazzino era troppo esuberante per giocare sui gonfiabili e poteva rappresentare un pericolo per sé e per gli altri. L'uomo spiega che il figlio non ha mai creato problemi, nonostante l'autismo. "Va a scuola, gli insegnanti lo portano su un palmo di mano - ha detto - è ben voluto da tutti e va dappertutto senza problemi. La madre che lo accompagnava, poi, sarebbe rimasta lì a vederlo giocare. Bisogna sapere e conoscere di più sull'autismo: basta ignoranza, che ciò non accada più".

Tags

Commenti

Commenta anche tu