Ecco quando a Fido serve il veterinario

Ecco quando a Fido serve il veterinario
13 Agosto Ago 2017 6 giorni fa

Si chiama ematochezia in gergo scientifico. Si tratta della emissione di feci con sangue.

Nell'uomo questa evenienza crea non poche preoccupazioni, a meno che non ci siano evidenti motivi per causarla, come un'infiammazione acuta dei vasi emorroidari. Nel cane invece l'emissione di piccoli quantitativi di materiale fecale rosato o striato di sangue rosso rubino, specie se associati a dissenteria, non deve essere fonte di particolare preoccupazione, Se l'animale apparentemente sta bene, mangia, gioca ed è vivace non c'è nulla di grave. Mancando di veri e propri plessi emorroidari, i cani, quando sono colpiti da una colite acuta, spesso subiscono la rottura di qualche piccolo capillare con conseguente fuoriuscita di sangue rosso vivo. Se dunque, per il resto il cane sta bene, inutile chiamare il numero delle urgenze del veterinario a ferragosto. Un po' di dieta (semolino bollito, carne bianca e grana grattugiato), fermenti lattici e tutto si risolverà in ventiquattro quarantott'ore.

Diversa l'emissione di feci nerastre (melena) con un cane che non sta bene. Qui il sangue è digerito e viene dall'alto (stomaco o intestino tenue) e allora disturbate pure il veterinario. Chiedo venia a chi si apprestava verso il desco.

Commenti

Commenta anche tu