L'hotel che in 30 anni di attività non ha mai avuto neppure un cliente

L'hotel che in 30 anni di attività non ha mai avuto neppure un cliente
13 Agosto Ago 2017 13 agosto 2017

L'hotel Ryugyong di Pyongyang, Corea del Nord, è il peggiore dell mondo. È una struttura a 5 stelle con casinò, ma nessuno ci ha mai messo piede

A Pyongyang, capitale della Corea del Nord, c'è un hotel a 5 stelle alto 105 piani e dotato di tutti i comfort, compresi casinò e night club. Peccato che nessuno ci abbia messo piede negli ultimi 30 anni. È il triste destino dell'hotel Ryugyong, realizzato interamente con fondi statali del regime di Kim Jong-un ma completamente abbandonato a se stesso.

Fu Kim Jong-il, padre dell'attuale dittatore della Nord Corea, a dare il via nel 1987 ai lavori di quello che secondo le intenzioni iniziali doveva diventare il principale albergo di lusso della Capitale. E invece, i sogni di gloria sono finiti nella cerene per un motivo molto semplice: nessuno ci ha mai messo piede.

E pensare che era nato come polo attrattivo per gli investitori internazionali capitati dalle parti di Pyongyang, tanto che all'interno della faraonica struttura erano stati realizzati alcuni casinò e clun notturni per il divertimento dei clienti.

Ma adesso, uno degli edifici più alti della capitale è il fantasma di se stesso. La gente non ne può più di quella visione che si staglia sull'orizzonte, tanto da chiamare il Ryugyong "Edificio 105", evitando dunque di chiamarlo con il suo vero nome: cioè "albergo 105".

Un triste destino per un palazzo alto 330 metri e costruito in 5 anni spendendo 750 milioni di dollari, vale a dire il 2 per cento del Pil del Paese. A contribuire alla tiste fama dell'hotel non soltanto la penuria di clienti, ma anche un rapporto della Camera di Commercio dell'Unione Europea che lo definì "il peggiore edificio al mondo".

In effetti, a vederlo da fuori, sembra trattarsi di un palazzo come gli altri, ma a ben vedere le più elementari norme sulla sicurezza non sono mai state rispettate, per non parlare poi dei materiali scadenti impiegati per tirarlo su.

Una recente ristrutturazione pagata con fondi privati non è bastata per (ri)lanciare l'attività dell'hotel, sempre più triste e solitario.

Tags

Commenti

Commenta anche tu