Capelli danneggiati: i trattamenti casalinghi per dargli nuova vita

Capelli danneggiati: i trattamenti casalinghi per dargli nuova vita
30 Agosto Ago 2017 30 agosto 2017

Dall'olio dei semi di amamelide all'avocado, ecco i rimedi di bellezza fai da te per trattare i capelli danneggiati al rientro dalle vacanze

Oltre allo stress del rientro, di ritorno dalle vacanze c’è un’altra incombenza da affrontare: i capelli danneggiati. Il sole, l’acqua salata del mare e in generale i fattori atmosferici legati al periodo estivo, ma anche tinte, decolorazioni, piastra e messa in piega possono infatti indebolire il cuoio capelluto e accelerarne la caduta, che spesso tende a verificarsi proprio durante il cambio di stagione: ecco alcuni trattamenti casalinghi di bellezza che possono rivelarsi utili a tal scopo.

Tra i rimedi fai da te indicati per nutrire in profondità il cuoio capelluto c’è l’olio essenziale ricavato dai semi dell’amamelide, più comunemente noti come nocciole della strega. È sufficiente passare tra le ciocche dei piccoli batuffoli di cotone imbevuti di questo unguento dalle qualità antisettiche e antibatteriche. E per un’idratazione extra, si possono aggiungere alcune gocce di tea tree oil allo shampoo tradizionale e massaggiare le punte con un prodotto districante specifico per i capelli danneggiati.

Se invece il colore appare spento e poco luminoso, si possono sfruttare le proprietà benefiche degli oli naturali. Gli esperti di bellezza suggeriscono di massaggiarne una piccola quantità pari a un quarto di tazza sui capelli asciutti, partendo dalle radici fino ad arrivare alle punte. A questo punto bisogna lasciare agire per circa un’ora, quindi terminare il trattamento scaldando le punte con il phon per cinque minuti in modo tale da favorire un migliore assorbimento dell’olio.

Sempre a proposito di colore, un ottimo rimedio per preservarne la tenuta è utilizzare a proprio vantaggio i minerali contenuti nell’acqua. Il consiglio è di applicare una soluzione composta da un quarto di tazza di aceto bianco distillato e mezzo bicchiere di acqua filtrata prima di risciacquare i capelli danneggiati con acqua fredda. Se l’odore acre e pungente dell’aceto è difficile da tollerare, lo si può coprire aggiungendo qualche goccia di olio essenziale profumato.

Infine, esiste un trattamento casalingo anche per ridare volume ai capelli danneggiati e sfibrati. Il segreto è preparare una maschera per capelli mescolando in un recipiente un tuorlo d’uovo, una mezza tazza di miele, due cucchiai di olio d'oliva e due avocado maturi. Una volta preparato il composto, lo si applica su tutta la chioma e lo si lascia agire per un’ora, fino a quando sarà completamente asciutto. Al termine si risciacqua con lo shampoo e il balsamo abituali.

Tags

Commenti

Commenta anche tu