Quei «super» costi allo sportello

15 Settembre Set 2017 6 giorni fa

Fino a 35 euro di costo per un'operazione allo sportello. Sembra un assurdo, invece è la nuova frontiera della rivoluzione digitale che sta massacrando i bilanci delle banche più di quanto non abbia fatto la crisi finanziaria. Da qualche parte gli istituti di credito dovranno pur prendere i soldi per far quadrare i conti. Per questo a pagare alla fine sono i clienti, i correntisti. E ora che la maggior parte dei rapporti finanziari si sta spostando sul web, sono stati i conti correnti online a subire i maggiori rincari commissionali. E siamo solo agli inizi, di una profonda trasformazione del modello distributivo bancario. Quando ci saremo adeguati ai numeri di chi, anche in Europa, ha anticipato i tempi, vedremo sparire quattro filiali ogni cinque. Cominciate a fare il conto alla rovescia: partite da 26mila, gli attuali sportelli bancari in Italia e contate a ritroso fin quando ne rimarranno 5.200. Un'ecatombe.

Soprattutto tenete d'occhio ciò che accade alla vostra banca. Tenete d'occhio il vostro estratto conto per evitare sorprese come quelle dei 35 euro, di cui abbiamo già parlato, o dei quasi 2 euro per ogni prelievo bancomat. Tenete d'occhio il vostro sportello, potreste non trovarlo più domattina. Perché alla lunga sarà così: spariranno o saranno sostituiti da uffici di consulenza. I consulenti saranno indispensabili per gestire al meglio il risparmio di casa nostra, sempre più incapace di trovare allocazioni coerenti con la crescita che dovrebbe avere per garantire un futuro alle generazioni che lo possiedono oggi e a quelle future.

Cominciate a contare quindi. Contate o scegliete bene la vostra banca, perché, nonostante tutto, in Italia, banche moderne e efficienti ce ne sono già, per fortuna. Di questo si parlerà nel corso della trasmissione Mercati Che Fare in onda, domani, sabato, alle 20.30 su TgCom24 di Mediaset.

leopoldo.gasbarro@me.com

Commenti

Commenta anche tu