Gp Singapore: scintille tra Raikkonen, Vettel e Verstappen

Gp Singapore: scintille tra Raikkonen, Vettel e Verstappen
17 Settembre Set 2017 17 settembre 2017

Kimi Raikkonen è rimasto coinvolto in un incidente con Max Verstappen che ha messo fuori gara anche Sebastian Vettel dopo qualche metro alla prima curva

Kimi Raikkonen è rimasto coinvolto in un incidente con Max Verstappen che ha messo fuori gara anche Sebastian Vettel dopo qualche metro alla prima curva. Verstappen di fatto ha prima urtato Kimi che a sua volta è piombato sulla monoposto del tedesco. Un incidente che ha agitato e non poco il box Ferrari che di fatto punta il dito contro il pilota della Red Bulla. E Raikkonen al suo rientro a piedi in pit lane ha affermato: "Abbiamo pagato un prezzo molto salato ma non credo avrei potuto fare nulla di diverso per evitare l'incidente. Peccato, avevo fatto dei buoni primi 100 metri ma poi la gara è finita lì. Non so se Max (Verstappen ndr) non mi ha visto o meno: bisognerebbe chiederlo a lui". Poi il pilota ha aggiunto: "Qualunque sia stata la causa o il problema non cambia più nulla -prosegue il finlandese-. Chiaramente sono stato colpito, avevo fatto una bella partenza e poi ho preso il colpo e non ci ho potuto fare più nulla". Una domenica da dimenticare per le monoposto di Maranello che di fatto hanno abbandonatoil sogno di poter mettere una seria ipoteca sul mondiale. Hamilton dunque allunga e adesso per le Ferrari è vietato sbagliare. E alle parole di Raikkonen e di Vettel ha risposto proprio Verstappen: "Ho visto Kimi, volevo frenare ma non sono riuscito a farlo. Non capisco il punto di vista di Vettel perchè avrebbe perso una o due posizioni e uno era un suo compagno di squadra. La Ferrari avrebbe sicuramente fatto restituire la posizione. È un errore che potrebbe costargli tanto per il campionato. Per come è andata sono contento che si sono ritirati anche loro e che non è capitato solo a me. Io sono stato vittima di quello che hanno fatto loro, io volevo solo lottare per vincere". Parole di fuoco che accenderanno ancora le polemiche.

Tags

Commenti

Commenta anche tu