"Grazie al Parlamento europeo il mondo non dimentica il Venezuela"

Grazie al Parlamento europeo il mondo non dimentica il Venezuela
17 Settembre Set 2017 17 settembre 2017

nostro inviato a Fiuggi (Fr)

«Antonio Tajani mi è sempre stato vicino. Il suo impegno, quello del Parlamento europeo e di quaranta Paesi democratici che hanno presentato proteste formali per il trattamento riservato a mio padre sono l'unico conforto in questo momento drammatico». Vanessa Ledezma, figlia di Antonio, il sindaco di Caracas imprigionato dal regime di Maduro per cospirazione, è presente a Fiuggi.

Lei che da sette anni vive a Modena - i nonni hanno origini italiane - è qui per continuare la sua battaglia e far conoscere alla politica e all'opinione pubblica del nostro Paese la drammatica situazione che si vive in Venezuela.

«Mio padre è stato prelevato a mezzanotte, in pigiama», racconta Ledezma. «Io chiedo a tutti di aiutare il Venezuela, di non dimenticare. È difficile accettare che un Paese ricco di petrolio come il nostro stia morendo. Non ci sono medicinali, per vivere decentemente serve un reddito pari a 15 volte quello base, il 72% della popolazione vive in povertà. È più che mai necessario che la comunità internazionale reagisca e faccio sentire la propria voce davanti a un regime e a una vera e propria crisi umanitaria».

Commenti

Commenta anche tu