Sport, Italia fra gli ultimi in Europa. Unica eccellenza i successi del nuoto

Sport, Italia fra gli ultimi in Europa. Unica eccellenza i successi del nuoto
17 Settembre Set 2017 5 giorni fa

nostro inviato a Fiuggi (Fr)

Forza Italia lancia «l'allarme inattività». Uno studio presentato a Fiuggi mostra come il 59% dei cittadini Ue non pratica esercizio fisico rispetto al 41% che fa sport almeno una volta a settimana. Se la Svezia ha la palma di Paese più sportivo, l'Italia si colloca nelle zone basse della classifica con Bulgaria, Malta e Portogallo. Nel Belpaese la pratica sportiva è più diffusa nel Nord-Est (30,5%) e nel Nord-Ovest (29%). Al Centro la percentuale si attesta al 27,3, nel Meridione al 17,5 e nelle Isole al 18.9.

Il trend in Italia è comunque positivo, con la pratica sportiva che nel triennio 2013-2016 è aumentata in tutte le fasce d'età. L'Italia soffre anche a causa dei suoi impianti vetusti. Ma a incidere è anche la spesa pubblica pro capite a sostegno dell'attività sportiva: in Francia il contributo pubblico destinato ai cittadini è cinque volte superiore all'Italia. Una eccellenza nel nostro sistema, invece, è rappresentata dalla Federazione italiana nuoto guidata da Paolo Barelli che nel biennio 2016-2017 ha conquistato ben 24 medaglie olimpiche e mondiali, con 1.500 società affiliate e160mila tesserati.

Commenti

Commenta anche tu