Una macchina chiamata corpo

27 Settembre Set 2017 27 settembre 2017

L a borsa, la custodia del computer, la cartella del bambino da accompagnare a scuola. Sono soprattutto le donne a uscire di casa la mattina cariche a più non posso, ma non solo. È evidente che a lungo andare tutti questi pesi possono provocare conseguenze alle spalle. La prevenzione è fondamentale ed è ancor più importante per i ragazzini in età scolare. Per esempio, la posizione del collo in avanti, classica per chiunque porti un peso sulla schiena, favorisce le contratture muscolari con conseguente mal di testa oltre ai tipici dolori al collo, al braccio e alle spalle. E soprattutto per i ragazzini che non hanno ancora un buon sviluppo muscolare può essere sicuramente un fattore di rischio per il mal di schiena.

In effetti si è riscontrato, negli ultimi anni, un forte aumento dei casi di lombalgia in bambini dai 6 ai 10 anni. E, a proposito di guai seri, i segnali da monitorare con attenzione sono i movimenti dell'articolazione della spalla e del braccio, se perdono di forza e resistenza ci potrebbero essere delle degenerazioni che è meglio prevenire con adeguate terapie conservative, consultando in questo caso uno specialista.

Che fare: se possibile, distribuire i pesi in egual misura su entrambe le spalle, in modo da non caricare la schiena in modo asimmetrico. Per i bambini, scegliere uno zaino con le rotelle: più comodo, e spalle e schiena sono salve fin da piccoli. Il peso dello zaino non dovrebbe superare il 10% di quello corporeo. Evitare di studiare sul letto o sul divano. Se si usa il computer o il tablet la postura è importantissima, mai appoggiarli sulle gambe, sempre su un tavolo, mantenendo la testa allineata alle spalle e la colonna vertebrale ben appoggiata allo schienale della sedia, avambracci appoggiati alla scrivania con le spalle rilassate e piedi ben appoggiati al pavimento. L'illuminazione deve sempre provenire da una doppia fonte, una naturale e una artificiale, regolabile. La sedia deve essere regolabile in altezza e con lo schienale inclinabile. E bisogna ricordare che la cosa fondamentale per i nostri ragazzi è l'attività fisica.

Comunque, per «rimettere a posto» la schiena, esistono semplici esercizi «domestici», quali restare in piedi, con i piedi a 5-10 cm l'uno dall'altro, salire sulle mezze punte e alzare le braccia in verticale sopra la testa, allungandosi il più possibile. Un altro esempio può essere sdraiarsi sul pavimento con i glutei ben attaccati al muro e mettere le gambe a squadra lungo la parete per 2-3 minuti. La schiena ringrazierà.

*Chirurgo Ortopedico

Commenti

Commenta anche tu