New York, al TechFest si respira il futuro

New York, al TechFest si respira il futuro
6 Ottobre Ott 2017 06 ottobre 2017

Una giornata di incontri, sponsorizzata da Autogrill, per riflettere sul modo in cui la tecnologia sta cambiando le nostre vite

Parlare di futuro nel 2017 vuol dire necessariamente parlare di tecnologia e del modo in cui ha cambiato e continua a cambiare le nostre vite. Ma al The New Yorker TechFest il domani non fa paura. Lo sviluppo tecnologico è un'opportunità, non un ostacolo.

La storica rivista statunitense, fondata nel 1925, ha organizzato la seconda edizione del TechFest. Un'occasione per approndire le "storie di domani, oggi". Nel caratteristico centro congressi Cedar Lake, intellettuali, scrittori, giornalisti e personalità importanti si confrontano sul modo in cui la tecnologia condiziona le nostre abitudini e su come lo sviluppo può e deve portare miglioramenti al nostro modo di vivere. Un progetto ambizioso, interamente sponsorizzato da Autogrill, l'azienda italiana leader nella ristorazione per chi viaggia e presente in trenta Paesi nel mondo. Anche del futuro del cibo si è parlato al TechFest. Gianmario Tondato Da Ruos, amministratore delegato del Gruppo Autogrill, vede il progresso tecnologico come un'opportunità per crescere e pensare un domani sempre più incentrato sulle esigenze e i gusti del clienti. Ma senza dimenticare l'importanza del territorio e il concetto di chilometro zero. "Le vere star del futuro saranno i coltivatori diretti", sottolinea.

Nel corso della mattina, tanti i temi trattati. Tra i più interessanti quello dal titolo "Uomo o macchina?". Una domanda a cui risulta complicato dare una risposta in grado di soddisfare tutte le parti. Da un lato c'è chi vede il concetto di intelligenza artificiale come un nemico da allontare prima che prenda il controllo delle nostre vite, dall'altro chi invece guarda i robot come un qualcosa con cui potremmo convivere nei prossimi anni. Del resto, vent'anni fa nessuno avrebbe mai pensato che attraverso un cellulare avremmo potuto comunicare con tutto il mondo. Nessuna ha la verità in tasca. Il The New Yorker Tech Fest è un'occasione unica per affrontare temi importanti per le prossime generazioni, senza la presunzione di avere risposte certe ma con la consapevolezza che il progresso va avanti e che il futuro è oggi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu