Nessuno vede e i centri sociali organizzano il droga party

Nessuno vede e i centri sociali organizzano il droga party
11 Ottobre Ott 2017 11 ottobre 2017

«Ai centri sociali non solo è permesso occupare abusivamente, ma anche organizzare una festa della droga e venderla. Il Comune tace, come sempre quando si tratta degli anarchici». E ancora: «Il Lambretta sta preparando il Thc Fest, una due giorni che si svolgerà il 13 e 14 ottobre nell'edificio che è stato occupato in via Val Bogna 10 a Milano».

Il capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale in Regione Riccardo De Corato va all'attacco e mette nel mirino l'atteggiamento che le istituzioni hanno verso gli antagonisti. Secondo l'ex sindaco ora «il Comune non può dire di non saperne niente». L'evento in effetti si è già svolto gli anni scorsi ed è stato massicciamente pubblicizzato sui social e su internet. I no global hanno anche affisso le locandine nel quartiere. «I residenti - continua - sono già sul piede di guerra ma non verranno ascoltati, così come non vengono ascoltati ogni giorno quando chiedono lo sgombero di un centro sociale che disturba pesantemente» tutta la zona (scritte sui muri dei condomini, danni alle auto, alcol e musica ad alto volume fino a tardi).

A questo punto, conclude De Corato «ci aspettiamo che questura, prefettura e comune fermino queste serate di illegalità annunciata».

Se qualcosa non cambia, tra le polemiche e l'avversità del quartiere, venerdì e sabato si terrà il festival, che ricorda la «festa del raccolto» organizzata dal Leoncavallo. Tanto per dire: gli approfondimenti e i workshop in programma sono «la coltivazione base e avanzata», «le estrazioni e i concentrati» e «la situazione legale in Italia e in Europa».

Commenti

Commenta anche tu