Il presidente del Psg ​indagato per corruzione

Il presidente del Psg ​indagato per corruzione
12 Ottobre Ott 2017 12 ottobre 2017

Il numero uno del Psg, Al-Khelaifi, è indagato in Svizzera per corruzione, frode e falso nell'ambito della compravendita dei diritti televisivi della Coppa Mondo

Il Psg dello sceicco Nasser Al-Khelaifi, in estate, ha subito numerosi attacchi da parte del Barcellona e della Liga spagnola per l'affare Neymar. Il club francese infatti ha strappato l'asso brasiliano ai bluagrana che hanno chiesto alla FIFA di aprire un'inchiesta, così come ha fatto la Liga chiedendo che vengano controllati i conti da parte del massimo organismo europeo. Lo sceicco Nasser Al-Khelaifi ha le spalle larghe ma questa volta dovrà fronteggiare un'accusa di corruzione, frode e falso nell'ambito della compravendita dei diritti televisivi della Coppa Mondo.

La procura svizzera, infatti, ha aperto un procedimento penale nei confronti di Al-Khelaifi, Ceo di Bein Media Group LLC, e dell'ex segretario generale della Fifa Jerome Valcke. La procura generale svizzera, la MPC, in una nota ha dichiarato: "Sospettiamo che Jerome Valcke abbia accettato vantaggi indebiti da un uomo d'affari nel settore dei diritti sportivi in relazione all'assegnazione dei diritti tv per alcuni paesi delle edizioni della Coppa del Mondo FIFA 2018, 2022, 2026 e 2030 e da Nasser Al-Khelaifi in relazione all'assegnazione dei diritti tv per alcuni paesi delle edizioni della Coppa del Mondo FIFA 2026 e 2030". Questa inchiesta sarebbe iniziata quasi sette mesi fa, a marzo, e sarebbe stata comunicata solo oggi dalla procura in virtù della testimonianza di Valcke che ha si è professato innocente davanti agli investigatori.

Tags

Commenti

Commenta anche tu