Allegri: "Io sulla panchina dell'Italia? In futuro, ma molto avanti"

Allegri: Io sulla panchina dell'Italia? In futuro, ma molto avanti
13 Ottobre Ott 2017 7 giorni fa

Allegri ha poi teso la mano a Ventura che non sta vivendo un momento facile: "Dobbiamo stare vicini alla nazionale che deve approdare al Mondiale"

Domani pomeriggio, alle ore 18, la Juventus di Massimiliano Allegri ospiterà la sorprendente Lazio di Simone Inzaghi che tra l'altro ha già battuto i bianconeri, nel mese di agosto, nella finale di Supercoppa Italiana. L'allenatore dei bianconeri è carico ed è sicuro che la sua squadra farà una buona partita. Ecco le sue parole in conferenza stampa: "Quest'anno è il settimo anno. Per sei anni abbiamo fatto grandissimi risultati. Quest'anno dobbiamo sapere che abbiamo contro tante squadre che vogliono batterci. Quindi serve qualcosa in più soprattutto nei momenti delicati del match. A Bergamo abbiamo lasciato due punti. E così non deve più andare, altrimenti non lotteremo per il campionato".

Allegri ha poi parlato del ruolo dell'allenatore e dell'avversario di domani: "Fare l'allenatore non è facile. Nella vita ci sono el categorie, in tutto. Ci sono amministratori che guadagnano milioni e altri che guadagnano 500 euro. Quando alleni le grandi squadre, hai grandi responsabilità. Il tecnico non deve essere solo bravo a livello teorico. La diferenza non è solo a livello tattico tra un mister e un altro. Se si hanno giocatori forti, è tutto più facile. Non dobbiamo concedere campo e ripartenze. A Roma abbiamo giocato 15 minuti bene, poi in campo aperto loro sono molto bravi. Sono ben allenati e ti giocano addosso. Noi dobbiamo fare un salto importante di qualità per essere competitivi in tutta la stagione. Dobbiamo annullare quei momenti in cui smettiamo di giocare.

Allegri ha poi parlato della possibilità, un giorno, di allenare la nazionale italiana e dello spareggio che dovranno affrontare gli azzurri: "Io sulla panchina dell'Italia? In futuro, ma molto avanti, vedremo. Ora dobbiamo stare vicino alla Nazionale. L'Italia deve andare al Mondiale. Che ci si arrivi con uno spareggio, non conta niente. Lo spareggio porterà via energie? Non penso che succederà. Abbiamo un mese davanti, poi ci sarà la sosta. Quando torneranno Buffon & Co. dopo gli impegni con l'Italia, vedremo. Magari darò loro un po' di riposo".

Tags

Commenti

Commenta anche tu