FINALMENTE ALLE URNE

13 Ottobre Ott 2017 13 ottobre 2017

Sì della Camera al Rosatellum, l'ultimo scoglio è il Senato

Una giornata di forte tensione, dentro e fuori dall'aula di Montecitorio, si conclude con il via libera (di slancio) al Rosatellum: 375 i «sì», 215 i «no» nella votazione finale a scrutinio segreto. Restano solo i bersaniani a fare ostruzionismo, ora che il testo passa all'esame del Senato. La nuova legge elettorale supera quindi il primo scoglio e la minaccia dei franchi tiratori. Pd, Forza Italia, Lega e Ap raccolgono i frutti dell'intesa, anche se per Renzi è una vittoria di Pirro: sembra infatti Gentiloni il primo candidato a gestire il dopo-Rosatellum. Sconfitta totale per Beppe Grillo e il suo Movimento Cinque stelle, che scende in piazza a insultare gli avversari e continua a denunciare l'approvazione della legge elettorale come «un assalto alla democrazia».

Commenti

Commenta anche tu