Paraplegico e cieco dopo l'anestesia: quasi due milioni di risarcimento

Paraplegico e cieco dopo l'anestesia: quasi due milioni di risarcimento
13 Ottobre Ott 2017 13 ottobre 2017

Il 40enne ha vinto una causa durata sette anni: ora gli avvocati chiedono che venga risarcito nel minor tempo possibile

Un 40enne di Eraclea (Venezia) ha ottenuto un maxi risarcimento per essere diventato paraplegico e cieco a causa di un'anestesia.

Come racconta La Nuova Venezia, un 40enne residente a Eraclea (Venezia) è diventato paraplegico e cieco per colpa di un'anestesia. Nel 2010 l'uomo ha avuto un brutto incidente stradale. Dopo aver perso il controllo della macchina, è infatti uscito fuori strada, senza il coinvolgimento di altre vetture. In gravissime condizioni, è stata subito trasportato all'ospedale di San Donà, dove gli è stato somministrato un potente narcotico.

Quella puntura gli ha subito causato un arresto respiratorio. Al risveglio poi il 40enne non riusciva più a muoversi e aveva già perso la vista. Niente da fare. La sua vita era ormai segnata per sempre. A distanza di sette anni, l'uomo ha ottenuto un risarcimento di un milione e 800mila euro. Tanto. Ma sempre poco per una vita a letto, senza la possibilità di guardare negli occhi le persone care. Ora gli avvocati chiedono che il danno venga risarcito il prima possibile.

Tags

Commenti

Commenta anche tu