Londra, la Regina Elisabetta per la prima volta non depone i fiori per i caduti

Londra, la Regina Elisabetta per la prima volta non depone i fiori per i caduti
12 Novembre Nov 2017 10 giorni fa

Per la prima volta dopo anni la Sovrana si è limitata ad osservare la cerimonia da un balcone: a 91 anni la Corte cerca di risparmiarle i compiti più gravosi

Sua Maestà la Regina Elisabetta II del Regno Unito, per la prima volta nel suo lunghissimo regno, non ha deposto la corona di fiori per la cerimonia in onore dei militari morti per la patria in occasione del tradizionale Remembrance Sunday che si tiene come ogni anno la seconda domenica di novembre.

La Sovrana, accompagnata dal marito Principe Filippo di Edimburgo, ha assistito alla cerimonia al Cenotaph di Londra da un balcone, mentre l'erede al trono Carlo Principe del Galles ha deposto la corona con i tradizionale poppies (i papaveri, ndr) rossi a nome di tutta la Nazione.

La 91enne Regina infatti ha deposto l'ultima corona l'anno scorso, vestita come sempre inappuntabilmente di nero: la Sovrana tiene molto a partecipare personalmente a questo evento, in ricordo dei tanti familiari che hanno prestato servizio nelle forze armate britanniche. Lei stessa, durante la Seconda Guerra Mondiale, si è arruolata volontariamente come ausiliaria.

Dopo decine e decine di corone, però, quest'anno il protocollo ha previsto che alla Sovrana fosse risparmiato lo sforzo di portare la pesante corona di fiori fino al monumento del Cenotaph. Il corrispondente reale della BBC Peter Hunt ha spiegato che questa decisione di Buckingham Palace rappresenta "un altro segno che la Famiglia Reale sta attraversando una transizione" ma anche un "riconoscimento del fatto che la Regina ha ormai 91 anni".

Non si tratta della prima volta in assoluto che Elisabetta II non ha deposto personalmente la corona: altri esponenti della Famiglia Reale erano stati delegati nel 1959 e nel 1963, quando Sua Maestà aspettava i principi Andrea ed Edoardo e in altre cinque occasioni in concomitanza con altrettante visite di Stato all'estero. Nonostante la Regina continui ad attendere con straordinaria solerzia ai propri doveri di Capo di Stato, gli anni iniziano a farsi sentire e anche a Corte sembrano aver acconsentito all'idea di rendere il suo compito, per quanto possibile, meno gravoso e più consono all'età avanzata della Monarca.

Tags

Commenti

Commenta anche tu