Scatenato sui social, gip vieta Facebook a Cateno De Luca

Scatenato sui social, gip vieta Facebook a Cateno De Luca
13 Novembre Nov 2017 10 giorni fa

Niente social per il neo deputato. Il gip del Tribunale di Messina ha vietato le comunicazioni verso l’esterno a Cateno De Luca, eletto all’Ars con l'Udc e finito agli arresti domiciliari per una presunta maxi evasione fiscale. Poi attacca Musumeci

L'eccessiva esuberanza con cui il neo deputato della Regione Sicilia, Cateno De Luca, ha esultato per l'assoluzione dal processo per concussione, abuso d'ufficio e falso in atto pubblico, per il cosiddetto "sacco di Fiumedinisi" (il Comune di cui era stato sindaco anni fa), non è passata inosservata. Il gip di Messina ha deciso di bloccargli l'accesso a Facebook, vietandogli, in questo modo, ogni forma di comunicazione con l'esterno. De Luca è agli arresti domiciliari per associazione a delinquere finalizzata all'evasione fiscale: il provvedimento è scattato poche ore dopo le elezioni regionali.

Pare che i suoi avvocati gli avessero consigliato cautela, evitando di esporsi troppo. Ma De Luca non ha sentito ragioni e si è scatenato sui social. La procura non ha gradito e il gip, accogliendo l’istanza dei pm, ha inasprito la misura cautelare degli arresti domiciliari disposta nei suoi confronti vietandogli ogni rapporto (anche telematico) con l’esterno. ll gip deve ancora pronunciarsi sulla richiesta di revoca della misura cautelare dei domiciliari, che sabato scorso i legali di De Luca hanno presentato. Intanto, però, un'altra tegola si è abbattuta sul deputato siciliano.

De Luca stamani si era rivolto direttamente al presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci: "La smetta di inseguire l’antimafia di facciata - afferma, non digerendo la presa di distanza del neo governatore - non invada anche lei il campo della magistratura con codici etici. Non sono diventato improvvisamente rognoso.. Se lei oggi è presidente, lo deve anche al presentabile De Luca che a luglio scorso, mentre nel centrodestra la stavano scaricando, io l’ho pubblicamente sostenuta. Aspetto di confrontarmi con lei in parlamento sulle questioni vere". De Luca ha già fatto il nome del suo assessore per la giunta Musumeci: "Ho chiesto a Lorenzo Cesa di avanzare il nome del messinese Giuseppe Lombardo".

Tags

Commenti

Commenta anche tu