I piccoli Nobel sognano di volare sulle oche

I piccoli Nobel sognano di volare sulle oche
15 Novembre Nov 2017 8 giorni fa

Il (futuro) premio Nobel Patrick Modiano sognava di seguire Nils Holgersson sulla schiena dell'oca e viaggiare su e giù lungo la Scandinavia

A otto anni, il (futuro) premio Nobel Patrick Modiano sognava di seguire Nils Holgersson sulla schiena dell'oca e viaggiare su e giù lungo la Scandinavia, volare con gli uccelli, scoprire il mondo dall'alto - ma non nel senso di supponenza: perché Nils, oltre che piccolo in quanto bambino, era addirittura minuscolo, perché rimpicciolito per castigo da un folletto. Da bambini, per di più di dimensioni ridottissime, si sa che tutto si rivela per quello che è. E a chi racconta storie con gli occhi di questi bambini, come la svedese Selma Lagerlöf (1858-1940) con il suo pestifero Nils, può capitare anche di vincere un Nobel per la letteratura (prima donna, nel 1909).

Ora Il meraviglioso viaggio di Nils Holgersson, uno dei classici per i bambini del Nord Europa, in forma di libro e poi anche di film e cartoni animati, viene pubblicato da Iperborea, in versione integrale e con una nuova traduzione (pagg. 520, euro 16, in libreria da venerdì). Si tratta del terzo titolo della nuova collana della casa editrice «nordica» dedicata alla letteratura per l'infanzia (7-12 anni), i «Miniborei»: carta zigrinata e altezza identica ai fratelli maggiori, un po' più ampi in larghezza, carattere a lettura di bambino. Illustrazioni originali in bianco e nero, in alcuni casi (come quelle di Ingrid Vang Nyman per i libri di Astrid Lindgren); oppure create da artisti contemporanei (come Joanna Hellgren e Olaf Landström). In tutto, sei titoli l'anno, scelti fra classici e contemporanei: i primi due usciti, a inizio novembre, sono stati Sai fischiare, Johanna? di Ulf Stark, storia di una amicizia poco convenzionale ma molto tenera fra due bambini e un nonno «adottato» e Greta Grintosa di Astrid Lindgren, dieci racconti, inediti in Italia, di bambini coraggiosi, liberi e irriverenti, come è nello stile della creatrice della mitica Pippi Calzelunghe.

Commenti

Commenta anche tu