L'ironia corre sul web, gli sfottò contro gli azzurri

L'ironia corre sul web, gli sfottò contro gli azzurri
15 Novembre Nov 2017 8 giorni fa

L'eliminazione dell'Italia dai mondiali del 2018 ha scatenato la fantasia e il sarcasmo dei tifosi

Roma - Dopo la disfatta dell'Italia ai Mondiali, sui social impazzano gli sfottò su uno dei più clamorosi fallimenti calcistici degli ultimi sessant'anni. I tifosi si stanno sbizzarrendo sul web per ironizzare sull'eliminazione dalla Svezia allo spareggio verso Russia 2018 con meme divenuti virali, scritte sarcastiche e foto ironiche, che continuano a rimbalzare da una chat all'altra.

Gettonatissime le prese in giro che tirano in ballo la svedese Ikea: c'è la famosa matita di legno del colosso dei mobili componibili spezzata in due accanto alla scritta «scattano le ritorsioni», l'annuncio «Ikea assume dipendenti italiani nei mesi di giugno e luglio per consentire al personale svedese di seguire i mondiali di calcio» oppure la spiegazione di come si fa «göl» in stile istruzioni di montaggio. Protagonista assoluto, naturalmente, l'allenatore Giampiero Ventura. In un'immagine è ritratto a parlare con il difensore Leonardo Bonucci («Ma tanto che c....o c'annavamo a fà ai mondiali?»), in un'altra il suo volto è sovrapposto a quello del fantozziano ingegner Filini che chiede: «Faccio l'accento svedese?», in un'altra ancora sta per ricevere una testata da Roberto Spada, appartenente all'omonimo clan di Ostia noto per aver rotto il naso ad un giornalista che lo intervistava la scorsa settimana. Qualcuno suggerisce al mister cosa fare: «Vabbè, dai, adesso puoi tornare ad allenare il Bari».

Non mancano le citazioni storiche, con Ventura accostato a Napoleone e Hitler: «I tre personaggi più famosi che non sono riusciti ad entrare in Russia». Gli appassionati di calcio, almeno on line, sembrano aver preso con humor la sconfitta. «E anche quest'anno vinciamo tra quattro anni», è la considerazione che compare sopra ad una foto degli azzurri in campo che si abbracciano. E poi una battuta dietro l'altro, più o meno pesante Eccone una che circola in rete: «Ora bisogna solo tacere, niente discussioni o polemiche. Se facciamo credere alle nostre moglie che ci siamo qualificati, il puttan tour in Russia lo facciamo lo stesso».

Commenti

Commenta anche tu