Sesso orale davanti alla chiesa, il vescovo vieta le nozze fra sposi stranieri

Sesso orale davanti alla chiesa, il vescovo vieta le nozze fra sposi stranieri
20 Novembre Nov 2017 28 giorni fa

Dopo che era diventata virale l'immagine di una sposa che praticava sesso orale al marito davanti a una chiesa, il vescovo di Rodi vieta i matrimoni fra stranieri sull'isola del Dodecaneso

Ricordate la foto della coppia di novelli sposi sull'isola greca di Rodi, con la sposa che finge di praticare un atto di sesso orale al marito con l'abito bianco ancora indosso, diventata virale online?

Protagonisti il 27enne anglosassone Matthew Lunn e la moglie Carly, 34 anni, che dopo aver celebrato le nozze all'interno del sacro monastero di San Paolo, in riva al mare, hanno pensato bene di immortalare il momento con uno scatto a dir poco di cattivo gusto.

Quello scatto, che nelle intenzioni dei due avrebbe dovuto essere scherzoso e goliardico, ha però provocato un vero e proprio terremoto mediatico, con le autorità ecclesiastiche della Chiesa greco ortodossa che sono montate su tutte le furie e decine di migliaia di promessi sposi in tutto il mondo che hanno messo in agenda un matrimonio proprio a Rodi.

Il vescovo Kirillos, sull'onda dell'indignazione popolare, ha infatti emesso un bando alle celebrazione dei matrimoni degli stranieri sulle belle sponde dell'isola del Dodecaneso. In questo momento nel Regno Unito, riferisce il quotidiano anglosassone The Independent, decine di agenzie di viaggi sono costrette a contattare i propri clienti e a spiegare, forse con un po' di imbarazzo, che il luogo che avevano scelto per dirsi "sì" non è più disponibile. La bravata dei coniugi Lunn ha rovinato i sogni d'amore di migliaia di giovani in tutto il mondo.

Tags

Commenti

Commenta anche tu