Vapore e pietre ardenti Dove la sauna è una filosofia di vita

Vapore e pietre ardenti Dove la sauna è una filosofia di vita
26 Novembre Nov 2017 18 giorni fa

Per i finlandesi è un luogo mistico e di svago, per questo nel Paese ce n'è quasi una per ogni abitante

Questa non è la Finlandia che ti aspetti. È la Finlandia centrale, la Regione dei Laghi, quella meno conosciuta, dove trovare vaste foreste che in autunno mostrano i colori più suggestivi, dormire in un cottage sul lago in tutto il Paese ci sono circa 188mila distese d'acqua tra le più limpide del mondo provare le migliori saune e vedere le opere dell'architetto Alvar Aalto che proprio in questa zona ha iniziato la sua carriera professionale. E, nonostante non sia a Nord, è la Finlandia dove poter ammirare anche l'aurora boreale; Hankasalmi, per esempio, è il posto più buio in cui c'è anche un osservatorio astronomico.

La prima parola con cui familiarizzare quando si arriva in Finlandia è Löyly, gettata di vapore. Ovvero il gesto di versare l'acqua sulle pietre ardenti della sauna. Per capire davvero la cultura locale ed entrare in connessione con le persone, bisogna fare la sauna almeno una volta. In Finlandia ci sono 5,4 milioni di abitanti e 3 milioni di saune, quindi, in teoria, tutti i finlandesi potrebbero sedersi all'interno di una sauna nello stesso esatto momento. Non è solo un luogo di benessere, ma anche una filosofia di vita, un modo per trovare la propria mindfulness, per ricordare persone che non ci sono più, per ristorarsi e rilassarsi dopo una fredda giornata invernale. Un posto dove intonare canzoni ancestrali prima di un evento importante il giorno di Natale inizia sempre con una buona sauna - o dove ritrovarsi con gli amici, come faremmo noi con l'aperitivo. Per i finlandesi la sauna è allo stesso tempo un luogo mistico e di svago. È vero, la tradizione vuole che si vada nudi, ma nessuno vi dirà nulla se entrate coperti da un asciugamano, perché l'esperienza deve mettere a proprio agio e risultare piacevole a tutti. Il calore, che supera anche i 100 gradi e si sopporta meglio indossando un cappello in lana realizzato a mano, aiuta a eliminare le tossine, lascia la pelle morbida a ha degli effetti positivi sulla pressione sanguigna. L'esperienza di maggiore impatto che si possa provare a livello mentale e fisico è un percorso notturno che ne includa diverse tipologie, immersi nel profumo di bosco. Come quello che offre Revontuli, il golf e ski resort che si trova ad Hankasalmi, nell'area di Lahti, nella parte sud-occidentale della Regione dei Laghi. Le sistemazioni per dormire sono i mökki, dei cottage con vista, adagiati sul lago Iso-Virmas. Qui, con un po' di fortuna, si può vivere l'emozione dell'aurora boreale mentre ci si rilassa con il naso all'insù in una jacuzzi all'aperto o si sperimenta il rituale della sauna, con tanto di pausa-snack a base di prelibato salmone. Ci sono la sauna affumicata, quella in tenda e la sauna aromatizzata. A spiegare come si fa c'è Maaria Alèn, guida esperta di questa pratica antichissima e che, insieme al bagno d'aria bollente, spiega come riempire i polmoni con il profumo del bosco, applicare scrub e maschere di foglie, e praticare il whisk, ovvero il gesto di percuotere il corpo con ramoscelli di betulla o di ginepro per stimolare la circolazione. «La sauna è un luogo segreto per i finlandesi, è sinonimo di casa, di rifugio sicuro, un luogo dove sentirsi a proprio agio», dice Maaria.

Il bosco è una ricchezza per i finlandesi, dove trovare ingredienti freschi e superfood. La cucina locale ruota attorno alla semplicità. È essenziale, basata su alimenti selvatici e metodi di cottura antichi. I mirtilli del territorio, ad esempio, sono più piccoli dei nostri, ma con una concentrazione altissima di vitamine e flavonoidi. Dai mirtilli si fa il sidro, ma anche il vino, dalla gradazione alcolica leggera. La ricetta di un tipico drink da bere come aperitivo è con mirtilli rossi e neri ghiacciati, rabarbaro e bollicine. Qui cresce anche il lakkahillo, il lampone artico, da cui si ricava una marmellata leggermente acidula da gustare con il Leipäjuusto, la cui traduzione letterale sarebbe «pan-formaggio», ovvero il classico formaggio finlandese fatto con il latte di mucca e cotto al forno.

Revontuli si trova a 40 minuti di macchina da Jyväskylä, città di 140mila abitanti che ogni anno dà il benvenuto alla stagione autunnale con la manifestazione City of Light. Installazioni luminose temporanee e permanenti accendono il centro, edifici e ponti. Un progetto innovativo che insegna a vedere con positività e bellezza anche l'arrivo del periodo più buio dell'anno. Jyväskylä è la città dell'architetto Alvar Aalto, il maestro che ha portato il Funzionalismo e lo stile finlandese in tutto il mondo. Qui si può visitare il Museo Alvar Aalto, dove analizzare da vicino l'uomo e l'artista grazie ad illustrazioni, progetti, modellini, materiale d'archivio e alcuni pezzi iconici di design; il campus dell'Università e la Säynätsalo Town Hall, il municipio di mattoni rossi progettato da Aalto nel 1951 come un intero oggetto d'arte, ristrutturato tra il 1995 e il 1998 in occasione del suo centenario, e che oggi ospita un complesso polifunzionale con biblioteca, bar, due stanze e due appartamenti che gli appassionati possono affittare per brevi periodi.

A 30 chilometri da Jyväskylä c'è l'antica chiesa in legno di Petäjävesi, costruita tra il 1763 e il 1765, e diventata patrimonio dell'Unesco nel 1994. Questo luogo sacro, ambito per matrimoni e battesimi nonostante non ci sia il riscaldamento, in autunno è ancora più bello, perché si riflette lungo il corso d'acqua adiacente insieme agli alberi rossi e gialli.

Lahti è il capoluogo e viene definita la porta della Regione dei Laghi. Posto ideale per fare kayak o stand-up paddling sul lago di Vesijärvi. Vanta anche il Wood Architecture Park, un quartiere dedicato alle opere in legno di celebri architetti. Tra cui il padiglione di Renzo Piano e la Sibelius Hall, intitolata al famoso compositore finlandese Jean Sibelius e inaugurata nel 2000, che nelle linee si ispira alla foresta. Del resto, la Finlandia è coperta per il 70 per cento da boschi che ai finlandesi trasmettono protezione e calma. Ecco perché l'armonia interiore si può trovare anche qui al Nord.

(Info: www.visitfinland.com)

Commenti

Commenta anche tu