Uomini allergici a proprio sperma: ecco la sindrome post orgasmo

Uomini allergici a proprio sperma: ecco la sindrome post orgasmo
29 Novembre Nov 2017 13 giorni fa

Alcuni uomini sono "allergici" al proprio sperma. I sintomi: Stanchezza, febbre, congestione nasale, irritabilità, disturbi dell'umore e difficoltà di concentrazione

Stanchezza, febbre, congestione nasale, irritabilità, disturbi dell'umore, difficoltà di concentrazione, perdita di memoria, prurito agli occhi, dolori muscolari e debolezza, sudore e difficoltà a parlare. Sono solo alcuni dei sintomi di quella che viene chiamata "sindrome da malattia post-orgasmica", ovvero una condizione di disagio e malattia che l'uomo prova dopo aver fatto sesso o, in generale, dopo aver eiaculato. Il motivo? L'allergia al proprio sperma.

Non sono tanti i casi registrati fino ad oggi, fanpage parla di qualcosa come 50 casi accertati dal 2002 ad oggi. Ma è probabile, vista la riconosciuta difficoltà degli uomini a sottoporsi a controlli medici, che il dato possa essere più elevato. Alcuni uomini, infatti, dopo l'orgasmo soffrono una condizioni non positiva che può durare qualche secondo, alcuni minuti ma anche - nei casi più gravi - addirittura 7 giorni.

Secondo gli approfonditi studi sul caso, uno dei sintomi della sindrome da malattia post-orgasmica (pois) ci sarebbe anche l'eiaculazione precoce. Ma il motivo scatenante sarebbe una sorta di allergia che l'uomo sviluppa nei confronti del proprio sperma. Non si sa però ancora quale sia la sostanza eventualmente allergenica. Come scrive Fanpage, "studi pubblicati hanno comunque dimostrato che, effettivamente, i pazienti ‘allergici', durante i test di reazione cutanea al proprio sperma, mostravano i sintomi sopra elencati, cosa che non accadeva con quelli del gruppo di controllo placebo (a cui i test di reazione cutanea venivano fatti con un fluido che sembrava sperma, ma che non lo era)". E le cure? Per ora non ci sono. Ad alcuni, però, sono state somministrate piccole quantità di sperma, come se fosse un vaccino, esponendoli così a una dose progressiva di sperma in odo da ridurre la risposta immunitaria.

Tags

Commenti

Commenta anche tu