Amazon porta online anche la farmacia

Amazon porta online anche la farmacia
2 Dicembre Dic 2017 12 giorni fa

Eliminando gli intermediari scenderà il prezzo dei generici

Farmaci generici per tutti. La ricetta è di Amazon. Il colosso dell'e-commerce, dove aver comperato la catena di prodotti alimentari biologici Whole Food, sarebbe in trattative per acquistare un produttore di farmaci generici, spingendo dunque l'acceleratore anche su quel mercato. Secondo Cnbc, la società fondata da Jeff Bezos avrebbe avuto contatti con Mylan e Sandoz, una divisione di Novartis. La banca di investimento Leernik, ha confermato Peter Goldschmidt, manager di Sandoz, avrebbe incontrato e discusso con dirigenti Amazon circa una possibile entrata della società nel settore farmaceutico. «Non è chiaro però - evidenzia Cnbc - se Amazon voglia entrare nel mercato come grossista o come rivenditore al dettaglio di farmaci».

Per la banca d'affari Goldman Sachs la strategia più semplice per il colosso dell'ecommerce sarebbe quella di creare una farmacia di prodotti generici online a cui i clienti possono attingere. Eliminando l'intermediazione di altre società, infatti, il prezzo di molti farmaci non andrebbe oltre i 10 dollari. Non tutti ci credono, però. Secondo Stefano Pessina, ad di Walgreens Boot Alliance, l'industria farmaceutica è complicata e quindi non sarà facile per Amazon entrare. Il gruppo Usa, secondo alcune voci, avrebbe però già ottenuto la licenza da 12 Stati come distributore all'ingrosso di farmaci. Ed è per questo che la catena di farmacie Cvs, seconda a Wallgreens nel settore, è vicina all'acquisizione del gigante assicurativo sanitario Aetna. Secondo il Wall Street Journal, l'operazione, valutata 66 miliardi di dollari, è una mossa anti-Amazon. Le trattative fra Cvs e Aetna vanno avanti ormai da almeno sei mesi e gli amministratori delegati delle due società si sarebbero già incontrati diverse volte. Per Cvs l'acquisizione di Aetna si tradurrebbe in un possibile aumento della sua clientela e in un rafforzamento in vista dell'atteso sbarco di Amazon nella farmaceutica, che tanto fa paura ai colossi del settore considerando l'incredibile base clienti che il colosso dell'e-commerce ha il potere di catalizzare. Per Aetna si tratterebbe di un cambio di direzione dopo il fallito tentativo di acquistare il concorrente Humana nel 2015 per 34 miliardi di dollari. L'accordo, però, era poi naufragato per la contrarietà dell'Antitrust Usa. Ora l'intesa non dovrebbe invece incontrare particolari ostacoli regolamentari dato che le due società operano in settori diversi.

Commenti

Commenta anche tu