Apple, accordo con l'Irlanda per pagare la sanzione da 13 miliardi

Apple, accordo con l'Irlanda per pagare la sanzione da 13 miliardi
4 Dicembre Dic 2017 8 giorni fa

"Prevediamo che i soldi inizieranno a essere trasmessi sul conto da Apple nel primo trimestre del prossimo anno"

Apple e l'Irlanda hanno raggiunto un accordo e dopo quasi un anno e mezzo soddisferanno la richiesta della Commissione europea. La società di Cupertino pagherà al Paese i 13 miliardi di tasse inevase che le spettano. Lo ha annunciato lo stesso ministro delle Finanze, Paschal Donohoe, spiegando che i soldi verranno versati attraverso un conto di garanzia e conservati in attesa della sentenza della Corte europea. "Prevediamo che i soldi inizieranno a essere trasmessi sul conto da Apple nel primo trimestre del prossimo anno", ha dichiarato il ministro.

L'intesa è arrivata dopo che la Ue in ottobre aveva segnalato l'Irlanda alla Corte europea di Giustizia, per non aver attuato l'ordine del 2016 di riscuotere le tasse arretrate di Apple entro il gennaio 2017. Cupertino deve pagare all'Irlanda 13 miliardi di tasse inevase dal 2003 al 2014: si tratta di imposte non versate grazie a un sistema di aliquote vantaggiose concesse dal Paese per mezzo di accordi fiscali.

Entrambe le parti si erano rivolte alla Corte per fare ricorso contro la sanzione. Se i giudici daranno ragione all'Antitrust il fondo sarà "liberato" e la società salderà quindi il suo debito.

Tags

Commenti

Commenta anche tu