E adesso occhi puntati su Oh Bej e feste natalizie

E adesso occhi puntati su Oh Bej e feste natalizie
4 Dicembre Dic 2017 12 giorni fa

L'assessore Rozza garantisce: «Le forze in campo saranno anche maggiori dell'anno scorso»

Non bisogna dimenticare che ogni attrazione natalizia, dagli Oh Bej! Oh Bej!, alle piste di pattinaggio, al mercato intorno al Duomo, è un luogo di divertimento, ma anche un obiettivo sensibile che può attirare azioni pericolose, dalle bravate di qualche ragazzo, ad attacchi terroristici come è successo al mercatino di Natale l'anno scorso a Berlino. «Ogni luogo avrà un piano di sicurezza apposito, studiato per il suo particolare tipo di disposizione - assicura l'assessore alla Sicurezza, Carmela Rozza -. Sono giù state fatte più riunioni in questura con tutte le forze dell'ordine in modo da garantire ai cittadini visite serene ma soprattutto blindate. Il piano sarà simile a quello dello scorso anno, se non addirittura più forte e soprattutto con regole pensate per ogni diverso tipo di situazione, perché una cosa sono gli Oh Bej! Oh Bej! un'altra il Villaggio delle meraviglie».

Tanto per dare un'idea delle festività passate, nel giorno di Natale del 2016 erano impegnati in città più di mille carabinieri. «Molto importante sarà la presenza delle pattuglie - continua l'assessore - anche se la parte del leone la faranno ancora una volta i jersey». Ogni barriera sarà studiata a seconda della disposizione del sito, «modificheremo piazza Duomo, un pezzo di via Vittorio Emanuele e dell'area del Vescovado» ammette l'assessore. Saranno quindi rafforzati tutti i servizi preventivi e la vigilanza nelle aree della città tradizionalmente interessate dal maggiore afflusso di residenti, ospiti e turisti, ma non mancherà di essere tutelata anche la periferia laddove ci saranno eventi d'attrazione. Il livello di sorveglianza deve essere elevato lungo le strade d'accesso al «Villaggio delle meraviglie» ai giardini Indro Montanelli, piuttosto che lungo il perimetro del Castello, dove da giovedì 7 a domenica 10 farà la sua comparsa lo storico mercato di Sant'Ambrogio, che l'anno scorso era scortato da parecchie pattuglie di vigili urbani. Particolare attenzione viene dedicata ai luoghi dell'aggregazione giovanile e ai centri commerciali, dove si svolgono le manifestazioni pubbliche legate alle festività.

L'invito da parte delle forze dell'ordine rimane sempre quello di non esitare di contattare il 112 in caso di necessità. Anche quest'anno il Natale sarà protetto secondo ogni regola, ma senza che il cittadino si senta chiuso e impedito nei suoi movimenti. Lo stato di una città più sicura riguarderà ogni genere di manifestazione. I sopralluoghi tecnici sono già cominciati e riguardano tutte le istituzioni predisposte: dalla polizia, i «ghisa» i vigili del fuoco, i carabinieri e il 118 per assicurare che queste festività di fine 2017 finiscano senza incidenti.

Commenti

Commenta anche tu