Grandi manovre sulla rete Telecom A rischio l'accordo con Canal Plus

5 Dicembre Dic 2017 8 giorni fa

Si guarda al voto degli indipendenti. Anche Asati in pressing

Maddalena Camera

Si riunisce oggi a Roma il cda di Telecom Italia per discutere le possibili opzioni per la rete fissa, incluso un eventuale scorporo, anche se non saranno prese decisioni definitive. Quello della rete non è però l'unico problema di Tim. Secondo alcune indiscrezioni infatti sarebbe anche modificato l'accordo per la joint venture tra Tim e Canal Plus per la realizzazione di contenuti. Le decisioni per la joint venture dovranno infatti essere prese con il voto favorevole dei consiglieri indipendenti per tutelare gli interessi delle minoranze.

Vale la pena ricordare che la decisione per l'istituzione della joint venture era stata presa «a maggioranza» e non aveva incontrato il favore dei consiglieri indipendenti. Asati, l'associazione dei piccoli azionisti, è preoccupata per l'arrivo di Michael Sibony come responsabile acquisti di Tim e chiede al cda di prendere decisioni nell'interesse di tutti gli azionisti e non solo di quello di controllo. Sibony è infatti anche il braccio destro del finanziere bretone Vincent Bolloré in Vivendi, che è il primo socio di Tim con il 23,9%.

Oggi l'ad di Tim Amos Genish dovrebbe inoltre anticipare al cda i punti chiave del suo piano aziendale e il board dovrebbe conferire il mandato formale per studiare le possibili opzioni per la rete fissa, compresa quella una separazione dal resto del gruppo. Secondo gli analisti Tim (ieri in Piazza Affari il titolo ha guadagnato l'1,1% a 0,70 euro) sta tendendo tutte le opzioni aperte per la rete ma certo per procedere alla separazione chiederà al governo qualche contropartita.

Genish presenterà il nuovo piano aziendale completo all'inizio dell'anno prossimo. Per il momento sembra intenzionato a tenere il controllo della rete fissa anche se, ha detto, non è necessario che Tim la possieda tutta. «Qualunque decisione sarà presa - ha aggiunto- lo sarà solo alle nostre condizioni e quando noi la riterremo necessaria». Intanto Sparkle ha annunciato un nuovo cavo di collegamento tra Brasile e Usa.

Commenti

Commenta anche tu