Immacolata in Duomo: alla Messa con Delpini canteranno anche ventuno ergastolani

5 Dicembre Dic 2017 13 giorni fa

Sabrina Cottone

Sarà un coro speciale a intonare i canti nel giorno dell'Immacolata in Duomo, quando l'arcivescovo, Mario Delpini, celebrerà alle 11 il pontificale. Tra coloro che canteranno, come dà notizia il portale della Diocesi, anche ventuno detenuti dal carcere di Opera. Si sa che cantare è pregare due volte e a rendere più eccezionale l'8 dicembre questi uomini arriveranno in Duomo con in mano un permesso per uscire e rientrare. Sono tutti ergastolani.

L'idea di condurli a cantare per la Madonna in Duomo è stata dell'inviato di Striscia la notizia Max Laudadio: «Il nostro obiettivo è portare a confronto con la realtà carceraria, senza pregiudizi, persone che non l'hanno mai incontrata, regalare un'esperienza di riscatto ai detenuti e fare un dono alla città». Aggiunge: «Preparando questa iniziativa, ho potuto sperimentare emozioni molto forti. I carcerati partecipanti sono stati dichiarati colpevoli di reati molto gravi: lavorando con loro si percepisce la sofferenza interiore che patiscono. Certo, non possono rimediare al male che hanno fatto, ma hanno compreso chiaramente il loro errore, dimostrano volontà di cambiamento e vogliono riscattare piano pian ciò che di brutto hanno commesso».

I detenuti non saranno ghettizzati anche al di fuori delle celle. Faranno parte di un ensemble variegato: il coro dell'Immacolata sarà composto da persone comuni, italiane e provenienti da altri Paesi, che canteranno insieme, con l'accompagnamento di 14 musicisti tra violinisti, violoncellisti e clarinettisti. Nel coro anche alcuni immigrati del centro Agrisol e 42 fedeli provenienti da Cuasso al Monte, il paese in provincia di Varese da cui proviene Max Laudadio, l'uomo che ha dato vita a questa orchestra variopinta.

Le prove si sono svolte separatamente e solo il 4 dicembre tutti i componenti si ritroveranno a cantare per la prima volta insieme per la prova generale. La loro performance verrà poi trasmessa su Tv2000 il 24 dicembre, prima della Messa di Mezzanotte. L'iniziativa porta così a Milano «Missione Possibile», la trasmissione di Tv2000 condotta da Max Laudadio, che ogni domenica visita «una periferia geografica ed esistenziale» del mondo, per usare un'espressione cara a Papa Francesco, alla scoperta di missionari ed eroi del quotidiano. L'8 dicembre tocca a Milano.

Commenti

Commenta anche tu