Bombardieri americani sulla Corea. Kim: "È una provocazione"

Bombardieri americani sulla Corea. Kim: È una provocazione
6 Dicembre Dic 2017 9 giorni fa

Bombardieri sulla penisola per manovre con Seul: per il regime una provocazione

Continuano le manovre congiunte tra gli Stati Uniti e la Corea del Sud, impegnati in esercitazioni aeree militari che oggi hanno portato i bombardieri B-1B "Lancer" a sorvolare la penisola, in un'operazione annunciata dall'agenzia stampa locale Yonhap e che a nord del confine viene percepita come una minaccia.

Per Pyongyang si tratta solo di "una pericolosa provocazione", che "può portare a una guerra nucleare in ogni momento". L'ennesima accusa da parte di un regime che negli ultimi mesi è tornato a farsi sentire prepotentemente, con continui test missilistici.

Un bombardiere ha simulato l'attacco a una base militare, a una settimana dalle parole con cui Kim ha sostenuto di essere ora in grado di colpire qualsiasi località degli Stati Uniti, se la crisi dovesse esplodere. L'esercitazione è avvenuta a circa 150 chilometri dal confine, nella provincia di Gangwon.

Sono oltre duecento gli aerei impegnati in Vigilant Ace, l'esercitazione congiunta che coinvolge anche migliaia di uomini.

Tags

Commenti

Commenta anche tu