L'opera è basata sul tenore

L'opera è basata sul tenore
7 Dicembre Dic 2017 8 giorni fa

Un test di coraggio

Tenore, 40 anni, è nato ad Algeri, ma è azero al 100%. A Milano visse d'arte per 17 anni. Ha iniziato a farsi conoscere con il debutto a Mosca, nel 2010, ma il vero lancio è arrivato con Manon Lescaut all'Opera di Roma, nel 2014. Sul podio c'era Riccardo Muti, e nel ruolo del titolo Anna Netrebko. Che l'anno dopo è diventata sua moglie. Ora cantano rigorosamente in coppia. Yusuf Eyvazov è un omone dalla voce corposa e bello squillo, ha un fare da gigante buono, stravede per i colori vivaci: dà un certo contributo all'income di Dolce & Gabbana. E' persona la cui propensione al rischio ne farebbe un ideale venture capitalist: debutta alla Scala senza preamboli, va dritto al dunque del 7 dicembre, in un ruolo che è patrimonio dei tenorissimi, Corelli, Del Monaco, Pavarotti. Il tutto al fianco della moglie, la numero uno dei soprani. S'aggiunga che il tenore Jonas Kaufmann, beniamino della Scala, sarà Andrea Chénier praticamente in contemporanea a Monaco.

Tags

Commenti

Commenta anche tu