"Mio figlio aderiva a una setta"

Mio figlio aderiva a una setta
7 Dicembre Dic 2017 7 giorni fa

"Mattia aveva preso un nuovo stile di vita: era diventato maniacale"

"Mio figlio dice di non essere più cattolico e che sta seguendo una nuova religione, penso che sia una specie di setta". Queste le parole della madre di Mattia Del Zotto, il 27enne che ha ammesso di aver avvelenato con il tallio la sua famiglia. Il giovane avrebbe aderito a un nuovo gruppo religioso chiamato "Concilio Vaticano II".

Secondo la donna, però, il ragazzo non entrava in una chiesa da anni e non aveva neanche preso parte ai funerali dei nonni morti per l'avvelenamento. Ai carabinieri Mattia Del Zotto ha dichiarato di aver avviato un processo di conversione all'ebraismo da tre anni.

I comportamenti maniacali

La madre del 27enne ha raccontato di come, da circa un anno, il figlio avesse preso un nuovo stile di vita."Mio figlio era diventato maniacale - ha continuato la donna -. Era contro l'uso del telecomando, si alzava ogni volta per cambiare canale. Doveva staccare le prese di ogni oggetto elettronico che usava. Non guidava più, perché aveva paura che un'auto dietro potesse suonare il clacson. Inoltre aveva smesso di mangiare dolci e bere alcolici perché secondo il suo nuovo stile di vita bisognava assumere solo quello che è 'essenziale'", ha rivelato la madre del giovane ai carabinieri.

La donna ha infine raccontato dell'isolamento del figlio e del difficile rapporto che il giovane aveva con il padre.

Tags

Commenti

Commenta anche tu