Svezia, il trucco dei migranti "minorenni" per non farsi espellere

Svezia, il trucco dei migranti minorenni per non farsi espellere
7 Dicembre Dic 2017 9 giorni fa

La Svezia ha condotto un'inchiesta sui richiedenti asilo che si dichiarano minorenni: l'84% di loro ha già raggiunto la maggiore età

In Svezia è stata condotta un'inchiesta sui migranti minorenni.Di 8mila richiedenti asilo "minorenni" presi in esame, 6600 sono in realtà ragazzi che hanno già raggiunto la maggiore età. Gli esami - che si sono svolti da marzo di quest'anno fino a fine ottobre - sono stati svolti solo in quei casi in cui c'erano dubbi sull'età dichiarata dai migranti.

Attraverso panoramiche per vedere lo stato dei denti del giudizio e risonanze magnetiche alle articolazioni del ginocchio, è stato possibile determinare l'età dei ragazzi. Ne è risultato che l'84% di loro ha in realtà già raggiunto la maggiore età.

Come riporta la testata svedese The Local, sono più di 80.000 i minori (di cui 37.000 arrivati ​​nel paese senza un genitore o tutore) che hanno presentato domanda di asilo in Svezia nel 2015 e nel 2016. Molti richiedenti asilo non hanno i documenti di identità in quanto potrebbero averli persi mentre fuggivano da un conflitto o da un disastro naturale. O in altri casi, il loro paese di nascita potrebbe non avere le strutture in atto per registrare le nascite, quindi non è insolito che le persone non conoscano la loro età esatta. In ogni caso è indubbio che diversi migranti arrivati in Svezia tra il 2015 e il 2016 abbiano dichiarato l'età sbagliata alle autorità. Forse apposta, forse no. Chissà.

Tags

Commenti

Commenta anche tu