Viterbo, arrestato Adamo Dionisi: il capo dei rom in Suburra

Viterbo, arrestato Adamo Dionisi: il capo dei rom in Suburra
7 Dicembre Dic 2017 5 giorni fa

L'attore 52enne è già stato arrestato nel 2001, quando era un capoultrà della Lazio, per una vicenda legata alla droga

È stato arrestato questa notte Adamo Dionisi, l'attore che nella serie tv Suburra interpretava il capo del clan Anacleti, per aver distrutto una camera d'albergo e picchiato una donna.

Secondo quanto riporta Il Messaggero, l'attore 52enne Adamo Dionisi è stato arrestato questa notte per aver distrutto una camera di un albergo di Viterbo, comune del Lazio, e aver picchiato la donna con cui soggiornava. Dionisi è noto al pubblico per aver interpretato Manfredi Anacleti, boss del clan zingaro degli Anacleti, fratello maggiore di Spadino, nella serie televisiva Suburra.

In base alle prime informazioni, Dionisi sarebbe diventato violento dopo aver bevuto diversi bicchieri di champagne. Dopo mezz'ora di interrogatorio, il gip ha convalidato l'arresto, rimettendo l'uomo in libertà e disponendo il divieto di avvicinamento alla donna. L'attore non è nuovo al carcere. Già nel 2001, quando era un capoultrà della Lazio, è stato arrestato per una vicenda legata alla droga. Proprio in cella ha iniziato la sua carriera di attore, culminata con l'nterpretazione di Manfredi Anacleti in Suburra.

Tags

Commenti

Commenta anche tu