Millennial, chic e blockbuster: ecco il romanzo che verrà

Millennial, chic e blockbuster: ecco il romanzo che verrà
29 Dicembre Dic 2017 29 dicembre 2017

Paolo Giordano torna dopo quattro anni. Crichton inedito E attenti a Sally Rooney, «la Salinger dell'era Snapchat»

L'anno a venire si preannuncia di ottime letture, almeno per la ventina di titoli che al momento vengono garantiti come «punte» dei principali marchi editoriali. Per il resto, si vedrà: la ricerca degli editor è sempre più vorace e affannosa: per gli esordienti italiani il talento si scova ormai per il 30% nella rete e poi lo si fa diventare cartaceo, si dragano i concorsi dei debuttanti e persino i neo-titoli degli editori a pagamento, ma le promesse spesso non vengono mantenute. Nel 2018 rivedremo quindi molti seriali, gialli, rosa sexy e noir, ma soprattutto tante traduzioni. Intanto, segnaliamo gli arrivi più attesi e golosi, quelli che meritano sin da ora attenzione, almeno sulla carta, perché sembrano scelte di qualità.

Il marchio che offre spunti più eterogenei è Einaudi. Il 23 gennaio incasserà un sicuro piazzamento ai primi posti di vendite con Il morso della reclusa di Fred Vargas: il commissario Adamsberg affronta la morte di tre anziani uccisi dalla «reclusa», un ragno velenoso, che si scoprono essere stati compagni di sventura in un orfanotrofio maledetto. Le vere novità sbocceranno tra fine inverno e primavera: a febbraio è la volta di Parlarne tra amici, dell'irlandese millennial Sally Rooney, già definita «la Salinger della generazione di Snapchat», approvata dal Nobel Ishiguro e paragonata a Edna O'Brien. Il suo romanzo ritrae un gruppetto di belli, ribelli e in carriera culturale, un po' studenti un po' artisti un po' montati, che cozzeranno brutalmente contro i propri muri tutti ragione e niente sentimento. Marzo segnerà per il marchio dello struzzo il ritorno di Javier Marías con il suo quindicesimo romanzo, Berta Isla (due anni per scriverlo, è la «storia quasi spionistica» di 25 anni di vita di una coppia, Berta Isla e Tomas Nevinson, e di una scomparsa inaspettata) e l'arrivo di un memoir-testimonianza che farà discutere anche in Italia: Fame di Roxane Gay - scrittrice, docente universitaria e rappresentante di un neofemminismo polimorfo - storia di come dai 13 ai 25 anni il peso dell'autrice sia arrivato a 261 chili, di come il cibo sia stato l'unico conforto dopo un'orribile violenza subita e di come la vita degli obesi sia un percorso a ostacoli. C'è spazio anche per gli italiani: con Divorare il cielo di Paolo Giordano, il più giovane premiato Strega di sempre, che riappare dopo quattro anni con la storia di tre fratelli e una ragazza in una masseria pugliese, e con L'animale femmina di Emanuela Canepa, 50enne bibliotecaria di Padova vincitrice del Calvino 2017, che arriverà ad aprile con il duello psicologico di una donna e del suo seduttore fino all'affrancamento radicale. Bisognerà aspettare l'autunno per il nuovo titolo di Haruki Murakami, L'assassinio del commendatore, una prova di oltre 2000 pagine, per fortuna in due volumi.

Inizio anno col botto anche per Mondadori, che a gennaio manda avanti i superblockbuster: oltre a E.L. James con una nuova riscrittura delle Sfumature dal titolo Darker, troviamo in lista John le Carré con Un passato da spia, Jojo Moyes con Sono sempre io, Sophie Kinsella con Sorprendimi e John Grisham con La grande truffa, denuncia del big business delle scuole private americane attraverso la vicenda di tre amici e compagni di studi in legge, Mark, Todd e Zola, gabbati da un losco investitore e pronti a una riscossa senza scrupoli. A marzo torna per il marchio di Segrate l'anticonvenzionale Pulitzer 2011 Jennifer Egan, che con Manhattan Beach mette in piedi una crime novel storica molto americana, ambientata nella New York dai toni seppiati della II Guerra Mondiale, con gangster, pupe e marinai. E anche per Mondadori tre italiani attesissimi: Eraldo Affinati con Tutti i nomi del mondo (30 gennaio), appello esistenziale delle persone che hanno cambiato la vita dell'insegnante della Penny Wirton; Leonardo Colombati con Estate (in febbraio), storia di una catastrofe nella vita di un uomo e della vitalità che si riprende il suo posto; Gabriele Del Grande con Dawla (in aprile), racconto dell'incontro con un disertore dello Stato islamico e delle sue conseguenze.

Si difende bene Guanda, che propone due grandi stelle al femminile come Catherine Dunne, che apre l'anno in questi giorni con Come cade la luce, vicenda di una famiglia che lascia Cipro per l'Irlanda dopo il colpo di stato del 1974, e Nicole Krauss, ex moglie di Jonathan Safran Foer e «scrittrice amata da Philip Roth» che con Selva oscura (il titolo rimanda a Dante) ha completato in sette anni la narrazione semiautobiografica di un percorso ebraico-americano nella memoria, tra Brooklyn e Tel Aviv.

Investe alla grande sugli italiani Feltrinelli, che porta in libreria a gennaio Le assaggiatrici di Rosella Postorino, storia delle donne che assaggiavano il cibo di Hitler, e Lorenzo Marone, bestseller annunciato con Un ragazzo normale (in febbraio), in cui a Napoli i ragazzini diventano grandi grazie all'esempio della vita e della tragica morte del giornalista del Mattino Giancarlo Siani. Debutta anche, per il marchio milanese, una nuova collana, Feltrinelli Comics, che partirà il 25 gennaio con una graphic novel di Daniel Pennac e Florance Cestac, Un amore esemplare.

Rizzoli si affida al giudizio di Stepken King, che ha incensato Mio amore assoluto, di Gabriel Tallent, in uscita il 27 marzo, romanzo di formazione di una 14enne californiana in fuga da un padre violento, caso editoriale negli Usa, e a un trio inedito, Carlotto, De Cataldo e De Giovanni, riuniti per narrare di Sbirri (in maggio). Da non perdere anche alcuni titoli imminenti come I cercatori di ossa, di Michael Crichton (Garzanti, 25 gennaio), prequel di Jurassic Park; Emilia l'elefante (Iperborea, 20 gennaio) che segna il ritorno di Arto Paasilinna con una storia ambientata nel circo negli anni Ottanta e un regalo per gli amanti di Roberto Bolaño, un nuovo inedito sfornato da Adelphi, Lo spirito della fantascienza, previsto a febbraio.

Tags

Commenti

Commenta anche tu