Milan, dribbling su Sala: "Restiamo a San Siro"

Milan, dribbling su Sala: Restiamo a San Siro
10 Gennaio Gen 2018 11 giorni fa

Il sindaco di Milano su Twitter: "Quando sapremo se i rossoneri vorranno investire sul Meazza?"

Il Milan smentisce le parole del sindaco Giuseppe Sala che, intervistato da Sky Sport, ha sostenuto che il club rossonero avrebbe ipotizzato di lasciare San Siro per andare a giocare in uno stadio di proprietà. «Mai espresso il desiderio di voler lasciare San Siro - recita una nota ufficiale sul sito del Milan -. É importante pensare per il proprio futuro di giocare in uno stadio di proprietà, quindi non in co-abitazione con altre squadre, ma la decisione su quali possano essere i futuri impianti sportivi delle squadre cittadine non potrà che essere presa con i tempi adeguati, e con la piena condivisione di tutte le parti direttamente coinvolte».

La replica di Sala è arrivata in serata, via Twitter: «Prendo atto della dichiarazione del Milan su San Siro. Facciamola semplice: penso che per Milano, per i tifosi e i turisti, l'impianto debba essere ammodernato. Il Milan quando sarà in grado di dirmi se è disponibile o no a investire insieme sul nostro stadio? Sia chiaro a tutti: l'invito vale anche per l'Inter, perché San Siro è lo stadio dei milanesi».

Tutta la questione è nata a causa delle dichiarazioni dello stesso Sala, che a Sky aveva spiegato la situazione riguardante la costruzione di un nuovo impianto di proprietà del Milan: «L'ideale sarebbe che Inter e Milan lavorassero insieme su San Siro. Il Milan però esprime la volontà di pensare a un suo nuovo stadio. Quindi gli stiamo dando del tempo per verificare se ci sono possibilità, però alla fine qualcosa bisognerà fare, l'idea di avere un nuovo stadio è spesso un'idea vincente». Sulla possibile posizione, sono state proposte alcune zone: «Stiamo dando al Milan la disponibilità delle aree che noi reputiamo adatte, in particolare nella parte sud-est, a Rogoredo o a Porto di Mare- ha continuato Sala - Credo che il Milan abbia bisogno ancora di 2/3 mesi di riflessione, poi bisognerà arrivare ad una sintesi. Sono zone periferiche ma ben collegate alla città, difficile immaginare uno stadio più in centro».

Non è la prima volta che ci sono delle incomprensioni tra il Milan e Sala. Già in agosto, infatti, il primo cittadino aveva paragonato il Milan ad «una grande scommessa» e, anche in quell'occasione, immediata fu la replica forte del club rossonero. Inoltre, Sala ad ottobre confidò: «Bisogna capire davvero se il Milan ha intenzione di costruire un impianto o vuole San Siro». Parole che non piacquero in via Aldo Rossi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu