Socialità: errori che rovinano la conversazione e come evitarli

Socialità: errori che rovinano la conversazione e come evitarli
11 Gennaio Gen 2018 11 gennaio 2018

Nelle interazioni di tutti i giorni è possibile compiere errori: ecco quali sono i più comuni e le tecniche per risolverli senza intoppi nella comunicazione

Spesso nelle conversazioni quotidiane si commettono alcuni comportamenti che, in maniera del tutto incontrollata e automatica, rischiano di compromettere le relazioni mettendo seriamente in discussione la propria socialità: ecco i principali errori e come cercare di risolverli una volta per tutte.

Una conversazione si configura come uno scambio, un dialogo tra due o più interlocutori che interagiscono. L’errore più comune è senz’altro quello di non ascoltare gli altri e fingersi attenti quando in realtà non lo si è. Meglio essere sinceri sin da subito o al contrario, se veramente interessati all’argomento, non aver paura a fare le dovute domande per incoraggiare l’altra persona ad andare avanti e ad approfondire gli aspetti poco chiari.

Fare domande va bene perché denota interesse e curiosità, ma attenzione a non esagerare perché altrimenti si finisce per trasformare la conversazione in un interrogatorio. Piuttosto varrebbe la pena alternare le domande con delle affermazioni in modo tale da far prendere respiro all’interlocutore.

La prima regola di socialità è non farsi trovare impreparati. Come? Leggendo le ultime notizie del giorno online o su qualche quotidiano e, se viene affrontato un argomento spinoso su cui ci si sente carenti, si può sempre spostare il focus della conversazione su altro.

Anche il nervosismo può compromettere la socialità, soprattutto ai primi appuntamenti o ai colloqui di lavoro dove è fondamentale fare buona impressione. In questi casi, per affrontare l’ansia del momento, il segreto è pensare a tutte quelle situazioni familiari in cui solitamente ci si sente a proprio agio.

Per quanto riguarda il momento vero e proprio della conversazione, è necessario rispettare i tempi senza essere troppo precipitosi o sovrastare gli altri. Le pause facilitano la comprensione, mentre le emozioni e la comunicazione non verbale, se ben gestite, possono dare enfasi al discorso.

In uno scambio di battute, inoltre, non è importante chi ha torto o ragione, ma esprimere le diverse opinioni lasciando a tutti lo spazio per poter intervenire nella discussione. Allo stesso modo, bisognerebbe contribuire al discorso e condividere il proprio pensiero.

Infine, la socialità va a gonfie vele se si evita di affrontare argomenti noiosi o che, a furia di parlarne, hanno finito per stancare assorbendo tutta l’energia positiva.

Tags

Commenti

Commenta anche tu