Roma, in manette il leader della protesta di Tiburtino III

Roma, in manette il leader della protesta di Tiburtino III
13 Gennaio Gen 2018 13 gennaio 2018

Yari Dall'Ara, uno dei leader della protesta contro il centro di accoglienza di via del Frantoio al Tiburtino III, a Roma, è stato arrestato ieri notte, per furto in una gelateria

È stato fermato per furto uno dei leader della protesta contro il centro di accoglienza di via del Frantoio al Tiburtino III, a Roma. Yari Dall'Ara, romano di 38 anni, è stato arrestato ieri notte, insieme ad altre due persone, dopo aver fatto irruzione in una gelateria di via Cola di Rienzo e aver rubato il contenuto della cassa.

I tre , sono stati bloccati dai carabinieri di San Pietro per furto aggravato in concorso e trovati con arnesi da scasso e, secondo le loro indagini, potrebbero essere responsabili anche di altri 'colpi' effettuati con le stesse modalità in quella stessa area. Dall'Ara attualmente si trova ai domiciliari con braccialetto elettronico, mentre per gli altri due è stato disposto l'obbligo di firma e ha commentato persino la notizia su Facebook attaccando il governo e i media: "Giornali sinistroidi di merda - scrive nel post che poi è stato rimosso - prima di tutto non scrivete mai la verità cmq si mi trovo agli arresti domiciliari per furto ma secondo me in Italia rubare non è reato dal momento che i nostri cari politici rubano milioni di euro a voi cittadini e la fanno sempre franca grazie anche alla loro immunita parlamentare!!! Io a differenza dei nostri cari politici con i soldi ci aiuto le persone in difficoltà. P. S. La storia del furto in un bar gelateria al centro - aggiunge - e una grossa stronzata eh.... Giornalista terrorista e sempre Governo infame!!!", conclude.

Tags

Commenti

Commenta anche tu