Sesto San Giovanni, esplode una palazzina. Sei feriti

Sesto San Giovanni, esplode una palazzina. Sei feriti
14 Gennaio Gen 2018 14 gennaio 2018

Distrutti due appartamenti all'ultimo piano di un edificio di Sesto San Giovanni, nel Milanese. Tra i feriti un anziano di 73 anni ha riportato ustioni di secondo grado. Forse lo scoppio è avvenuto a casa sua

Un boato fortissimo e tanta paura verso le 5 di domenica mattina a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. Un'esplosione ha distrutto gli ultimi due piani di una palazzina in via Villoresi. Almeno 6 le persone ferite. Sul posto i vigili del fuoco con cinque mezzi e il 118. Sono rimasti coinvolti due nuclei familiari, tra i feriti anche un bambino di nove anni. Distrutti i due appartamenti dell'ultimo piano. Lo scoppio sarebbe avvenuto all'interno dell'appartamento di un uomo di 73 anni, che ha riportato ustioni di secondo grado, molto probabilmente per una fuga di gas.

I sei feriti sono stati portati in ospedale Niguarda e al San Raffaele per essere medicati. La deflagrazione ha provocato la caduta di calcinacci, ma alle 5 del mattino in strada non era presente nessuno e così si è evitato il peggio. E' andata meno bene alle automobili parcheggiate tra via Oslavia e via Villoresi, danneggiate da vetri e calcinacci caduti sull'asfalto dopo l'esplosione.

Il racconto del testimone

"Un forte boato, forte come una bomba - racconta una signora che vive nella palazzina di fronte a quella dello scoppio -. Ecco cosa abbiamo sentito alle 5 di mattina. L'esplosione ci ha sorpresi nel sonno". Sull'uomo nella cui abitazione sarebbe avvenuta l'esplosione la testimone rivela: "Viveva solo, la moglie è morta non più di tre anni fa. Ultimamente non stava bene di salute, speriamo si riprenda dallo spavento".

Il sindaco di Sesto San Giovanni

"Grave esplosione alle 5 di mattina in via Villoresi a causa di una presumibile fuga di gas - scrive su Facebook il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano - 6 feriti fortunatamente non gravi, 18 sfollati, 12 famiglie coinvolte. Ci stiamo attivando immediatamente per sistemare in maniera adeguata le persone coinvolte. Un grande ringraziamento ai vigili del fuoco, alla protezione civile, alla polizia locale, ai tecnici per essere intervenuti con grande rapidità e professionalità".

Tags

Correlati

Commenti

Commenta anche tu