Progettate in Italia le "navette" che nel sangue daranno la caccia ai tumori

Progettate in Italia le navette che nel sangue daranno la caccia ai tumori
24 Gennaio Gen 2018 24 gennaio 2018

Le nano-navette sono state costruite in Italia, nell'Istituto di tecnologia di Genova, grazie a un finanziamento del Consiglio europeo della ricerca

Eliminare le cellule tumorali attraverso delle minuscole particelle. Le nuove armi contro i tumori sono delle nano-navette create dai ricercatori dell'Istituto di tecnologia di Genova grazie a un finanziamento del Consiglio europeo della ricerca.

Gli studiosi sono stati coordinati da Paolo Decuzzi, direttore del Laboratorio di Nanomedicina di precisione dell'Istituto. Le particelle che cacciano le cellule cattive e le uccidono attraverso un farmaco sono state testate su diverse forme di tumore, come quello al seno e il glioblastoma. Inoltre, le nano-navette sono in grado di combattere il tumore e allo stesso tempo rafforzare le difese immunitarie.

A livello strutturale, queste armi sono state create in modo da essere soffici come le cellule o dure come le ossa, per riuscire così a confondersi tra esse e sfuggire agli attacchi del sistema immunitario, che se no proverebbe a eliminarle. La ricerca coordinata da Decuzzi è stata pubblicata sulla rivista Acs Nano.

Tags

Commenti

Commenta anche tu