Ventimiglia, condannato ballerino che accolse 10 migranti

Ventimiglia, condannato ballerino che accolse 10 migranti
25 Gennaio Gen 2018 25 gennaio 2018

Finisce dietro le sbarre un ballerino francese che dal 2014 ospitò 10 migranti nella propria scuola a Ventimiglia

Cinque anni e 150mila ero di multa: a tanto è stato condannato dal tribunale di Imperia un ballerino francese che dal 2014 aveva accolto dieci migranti nella propria scuola a Ventimiglia, ultimo paese prima della frontiera con la Francia.

Proprio nella cittadina ligure di confine da ormai quasi quattro anni si assiste a un ininterrotto via-vai di migranti, richiedenti asilo e clandestini che tentano con ogni mezzo di attraversare la frontiera ed entrare nell'Esagono, venendone il più delle volte inesorabilmente respinti.

Proprio a questi respinti si era rivolto Rodolphe Hell, ballerino francese con origini camerunensi, proprietario di due scuole di danza a Ventimiglia e a Beausoleil. Nei giorni più caldi della crisi migratoria in frontiera, Hell aveva aperto le porte della propria struttura a dieci africani, spinto da uno spirito di soldarietà.

Allora come oggi, infatti, i migranti respinti dalla gendarmeria francese trascorrevano la notte alla stazione della cittadina rivierasca oppure precariamente accampati lungo le rive del fiume Roja.

Dopo un controllo di Polizia, durante il quale era stata rilevata la presenza di dieci irregolari che avevano rifiutato la fotosegnalazione, nei confronti di Hell è scattata una denuncia per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, con apertura di un relativo processo nonostante il francese non abbia mai tentato di aiutare i migranti a passare il confine e non abbia mai accettato denaro da loro.

Ora, come riporta il quotidiano locale SanremoNews, il collegio giudicante di Imperia lo ha condannato a cinque anni di reclusione: uno in meno di quanto richiesto dal pubblico ministero. Fra ottanta giorni i giudici depositeranno le motivazioni della sentenza e allora i legali del ballerino francese decideranno se presentare o meno ricorso in appello.

Tags

Commenti

Commenta anche tu