Kisspeptina: l’ormone del bacio che aumenta il piacere

Kisspeptina: l’ormone del bacio che aumenta il piacere
29 Gennaio Gen 2018 26 giorni fa

La kisspeptina è l'ormone del bacio, utile ad aumentare il piacere femminile: è questa l'ultima scoperta sulle reazioni chimiche che regolano il cervello e stimolano il desiderio

Gli scienziati hanno compiuto un progresso significativo nel capire come il cervello controlla ciò che ruota attorno al sesso. Chiamata l'ormone del bacio, e precedentemente collegata alla pubertà e alla fertilità, la kisspeptina aumenta il piacere, agevola l'orgasmo femminile e potrebbe presto aprire le porte a un trattamento per tutte quelle donne che soffrono di scarso desiderio sessuale. Lo rivela una nuova ricerca condotta dalla professoressa Julie Bakker, che dirige il Laboratorio di Neuroendocrinologia dell'Università Liège in Belgio, e dal Professor Ulrich Boehm, che insegna nel dipartimento di Farmacologia e Tossicologia Sperimentale e Clinica dell'Università del Saarland in Germania.

Lo studio è particolarmente interessante perché fornisce nuove informazioni su come il cervello decodifica i segnali dal mondo esterno, traducendo gli stimoli ambientali in comportamenti che hanno a che fare col sesso. I risultati ottenuti mostrano in particolare che la pubertà, la fertilità, l'attrazione e il sesso sono tutti controllati da una singola molecola, la kisspeptina per l'appunto.

Si aprono così nuovi scenari all'orizzonte per tutte quelle donne che hanno pulsioni sessuali estremamente basse o, ancora, che soffrono di disturbo da desiderio sessuale ipoattivo (HSDD). Infatti, se al momento non vi sono trattamenti specifici per migliorare la loro libido, "la scoperta che la Kisspeptina controlla sia l’attrazione che il desiderio sessuale apre nuove eccitanti possibilità per lo sviluppo di trattamenti per il basso desiderio sessuale", come sottolineato dalla ricercatrice.

Attualmente, per stimolare l'attrazione verso l'altro sesso, alcune donne sperimentano il testosterone, la cui somministrazione può però comportare effetti collaterali quali ad esempio la crescita di peli sul viso o un tono di voce più profondo. Non è ancora noto quali possano essere i possibili rischi di un eventuale trattamento a base di kisspeptina, ma potrebbe rappresentare il futuro di una vita migliore sotto le lenzuola.

Tags

Commenti

Commenta anche tu