Con il progetto «Re-Cereal» cresce l'offerta gluten-free

31 Gennaio Gen 2018 31 gennaio 2018

Dr Schär punta a valorizzare miglio, avena nonché il grano saraceno. La nuova linea Pasta Bontà d'Italia

Michela Traina

Da oltre 35 anni, il successo di Dr Schär, azienda leader nel mercato del senza glutine, si fonda sulla sua expertise che, da sempre, ne caratterizza la mission: l'idea di conciliare le esigenze di chi deve seguire un'alimentazione speciale, come celiaci, allergici al grano e intolleranti al glutine, con il piacere e la gioia di vivere. Come pioniere nel campo del gluten-free, l'azienda ha sempre attribuito una grande importanza alla costruttiva collaborazione con la comunità scientifica internazionale e all'innovazione tecnologica, tanto da aver creato, nel 2003, un proprio R&D Centre a Trieste, in cui sviluppare ricettazioni di prodotti innovativi per continuare a offrire varietà, gusto e sicurezza ai consumatori gluten-free.

Il Dr Schär R&D Centre è anche il promotore del progetto Re-Cereal, un'importante iniziativa di valorizzazione delle diverse colture cerealicole tipiche dell'alta montagna segale, orzo, avena, miglio, farro e grano saraceno - che prevede la collaborazione transfrontaliera tra l'azienda e una rete selezionata di partner formata da Università, centri di sperimentazione e imprese.

«ReCereal è finalizzato sia al recupero e alla valorizzazione di due cereali minori (miglio e avena) e di uno pseudocereale (il grano saraceno) per mezzo di attività di miglioramento genetico e di ottimizzazione delle tecniche agronomiche, sia al potenziamento delle loro componenti nutraceutiche e alla promozione del loro utilizzo nell'industria alimentare commenta Eduard Bernhart, responsabile progetti agricoli Dr. Schär -. Abbiamo, quindi, avviato questo progetto perché sa unire l'innovazione al rispetto dei cicli naturali e da sempre siamo orgogliosi di utilizzare solo le migliori materie prime per i nostri prodotti senza glutine».

Miglio, grano saraceno e avena sono alcune delle più interessanti materie prime che nei prodotti senza glutine a marchio Schär assicurano un ricco apporto di sostanze vitali, nutrienti di prima qualità e nuove sfumature di gusto oltre a rappresentare un importante arricchimento per un'alimentazione sana e priva di glutine. Ad esempio, il miglio, storico cereale naturalmente privo di glutine utilizzato nella produzione industriale di alimenti gluten free, contiene una quantità di ferro pari al doppio o al triplo rispetto al frumento.

Per Schär è quindi una materia prima preziosa. Attraverso la coltivazione controllata tramite agricoltori a contratto e la semina delle migliori varietà, Schär ne garantisce l'origine sicura e rintracciabile. Grazie alle sue vantaggiose proprietà di cottura e di lavorazione e al suo gusto equilibrato, il miglio di Schär è uno degli ingredienti più utilizzati per realizzare i diversi tipi di pane - il Classico del Mastro Panettiere Schär, il Pane Casereccio ai semi Schär e la Tartaruga Schär e per ingrediente principale delle nuove ricette, come quella della pasta Schär che ha recentemente subito un importante restyling sia in termini di ricettazione sia di pack, ora più fresco e impattante. La nuova linea Pasta Bontà d'Italia Schär, disponibile in 14 formati, ha una nuova ricetta, più equilibrata e con l'aggiunta di miglio (20%), per offrire un prodotto ancora più buono e con una miglior tenuta di cottura, è altamente digeribile. Consistenza e rugosità la rendono inoltre piacevole al palato e altamente ricettabile.

Commenti

Commenta anche tu