Mostra sui migranti curata dal liceo: ​"Così indottrinano gli studenti"

Mostra sui migranti curata dal liceo: ​Così indottrinano gli studenti
1 Febbraio Feb 2018 21 giorni fa

L'installazione sui migranti a cura del Liceo Sociale Martini insieme alle Cooperative sociali locali. Il comitato Prima Noi: "È indottrinamento"

"Sospesi. Nei passi di un migrante". Si intitola così l'installazione interattiva realizzata dal liceo delle scienze sociali Martini di Vicenza. I ragazzi dell'istituto scolastico hanno collaborato all'insitallazione sui migranti insieme al comune di Schio, con l'Associazione "Il mondo nella città", con la Cooperativa Entropia, la Cooperativa Comunità Servizi, la Cooperativa Nova e il Consorzio Prisma.

L'affondo del comitato

Tutti insieme per raccontare la storia di richiedenti asilo e migranti. "Poi ditemi che non li indottrinano fin da piccoli - attacca Alex Cioni, portavoce del Comitato Prima Noi nel Vicentino - Che dei presidi e degli insegnati prezzolati permettano alle cooperative che si occupano dell'affare dell'accoglienza degli immigrati di entrare nelle scuole per sostenere pseudo progetti sociali, che hanno la funzione di plasmare gli studenti verso un filone di pensiero politico ben definito, mi pare un aspetto che non può passare come un normale passaggio didattico. Questa è politica bella e buona. Questa cosa va denunciata. Altro che mostre..."

La mostra sui migranti

La mostra, come riporta Il Giornale di Vicenza, è stata realizzata a palazzo Toaldi ed è aperta al pubblico dal 30 gennaio al 5 febbraio. Oltre alla mostra domani verrà proiettato il documentario "Ibi" di Andrea Segre e domenica 4 febbraioci sarà la presentazione del libro "In nome della democrazia. Storia di un richiedente asilo" di Dominique Boa, oltre allo spettacolo “Umani” a cura di Davide Dal Prà, Alessandra Meneghello e Silvia Balzarin.

Tags

Commenti

Commenta anche tu