Indagati per lesione colpose i genitori della bimba che aveva contratto il tetano

Indagati per lesione colpose i genitori della bimba che aveva contratto il tetano
6 Febbraio Feb 2018 06 febbraio 2018

Sono indagati con l'accusa di lesioni personali colpose i genitori della bambina di 7 anni ricoverata per aver contratto il tetano

Aveva contratto il tetano a sette anni una bambina che ad ottobre dello scorso anno era stato ricoverato a Torino, all'ospedale Regina Margherita. I genitori non avevano mai sottoposto alla vaccinazione la piccola e ora per loro è scattata l'accusa di lesioni colpose. Stessa situazione per il fratellino più piccolo.

Dopo un mese in ospedale, di cui metà in rianimazione, la bimba viene dimessa a metà novembre: adesso sia lei che il fratellino sono stati vaccinati. In alcune dichiarazioni, i due avevano detto di non averli vaccinati perchè "si erano informati sui rischi delle vaccinazioni".

Ora entrambi i fratellini sono stati vaccinati in ospedale, ma l'incuria dei genitori ha portato i magistrati ad iscriverli nel registro degli indagati. La querela per lesioni personali colpose è in mano al procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo che ora ha disposto una consulenza tecnica per determinare la presenza di un nesso di causalità tra la mancata vaccinazione e la successiva reazione patologica e per valutare le attuali condizioni della piccola.

I genitori si sono difesi, affermando di essere persone "ragionevoli"e di avere sempre avuto a cuore la salute dei figli. Adesso dovranno convincere anche il magistrato che è così.

Tags

Commenti

Commenta anche tu