Chiellini va controcorrente: "Guardiola ha rovinato il difensore italiano"

Chiellini va controcorrente: Guardiola ha rovinato il difensore italiano
8 Febbraio Feb 2018 08 febbraio 2018

Chiellini ha espresso un suo pensiero sulla filosofia calcistica di Guardiola: "Ha rovinato il difensore italiano. Lui è un allenatore fantastico con una mente fantastica ma i tecnici italiani hanno provato a copiarlo senza le stesse conoscenze"

Giorgio Chiellini è alla sua tredicesima stagione con la maglia della Juventus. Il difensore toscano, nonostante compirà 34 anni in estate, è ancora uno dei più forti ed affidabili del nostro campionato, ma anche d'Europa se la combatte abbastanza bene. Il centrale di Massimiliano Allegri in un'intervista concessa al tabloid inglese Daily Mail ha parlato con orgoglio della sua carriera: "Ero come il brutto anatroccolo ma ora a 33 anni sto vivendo la mia migliore stagione di sempre".

Chiellini è poi entrato in gamba tesa su Pep Guardiola reo di aver "rovinato" il difensore italiano: "Guardiola ha rovinato il difensore italiano. Lui è un allenatore fantastico con una mente fantastica ma gli allenatori italiani hanno provato a copiarlo senza le stesse conoscenze. Non escono più difensori come Maldini, Baresi, Cannavaro, Nesta, Bergomi, Gentile, Scirea... tra il 1984 e il 1995, abbiamo avuto solo Bonucci. In 10 anni, non abbiamo lanciato un buon difensore. Spero che adesso si cominci a rilanciare il calcio italiano".

L'ex giocatore di Fiorentina e Livorno, inoltre, ha parlato anche di Antonio Conte con cui ha lavorato sia in Nazionale che alla Juventus: "Conte è un sergente. Abbiamo sentito qualcosa di molto speciale nella sua atmosfera, per tre anni con lui alla Juventus e due anni in Nazionale. Quando finisci di allenarti, non sei stanco, sei morto. Puoi farlo solo perché credi in quello che fa. Nei 40 giorni all'Europeo in Francia è stato come entrare in un altro mondo. Sei al 100% con lui. Crea un'atmosfera, ognuno si dà energia l'un l'altro. Di sicuro è uno dei migliori".

Tags

Commenti

Commenta anche tu