Roma, intimidazioni a Meloni: "Non prendere in giro o sono ca..."

Roma, intimidazioni a Meloni: Non prendere in giro o sono ca...
8 Febbraio Feb 2018 13 giorni fa

Giorgia Meloni in diretta Facebook dalla stazione Termini di Roma litiga con uomo che la attacca: "Non prendermi in giro o sono cazzi"

"Questa è la stazione Termini, sono le 19.45. Gente ubriaca in mezzo alla strada che grida: è la realtà che vedete ogni giorno nella capitale d'Italia. È bene documentarla questa cosa, perché nella mia Italia non esisterà più. Nella mia Italia non ci sono zone franche". Inizia così il racconto in diretta facebook di Giorgia Meloni dalla stazione dei treni romana. Un "reportage" che poteva degenerare visto che la leader di Fratelli d'Italia si è trovata a litigare con un uomo in mezzo alla strada.

Mentre la Meloni camminava per mostrare il degrado di fronte a Termini, un signore con la pettorina arancione ha cercato di intercettarla. "Le posso chiedere una cortesia?", si sente dire. "No adesso no, ce la chiedi dopo", risponde la Meloni. La risposta della deputata deve aver irritato l'uomo, che reagisce indispettito: "Non mi prendere per il culo sennò poi son cazzi qua", dice rivolto alla Meloni e a chi la accompagnava.

Il dialogo dura qualche minuto tra botta e risposta confusionali (guarda il video). Alla fine l'uomo se ne va e la Meloni continua il suo viaggio nella Termini degradata. "Centro di Roma: questo è il passaggio che fa la gente per andare a prendere l'auto o il taxi. E questo è quello che incontrate: parcheggiatori abusivi che se non fate quello che dicono vi minacciano e dicono che vi prendono a calci, spacciatori, ubriachi, gente che grida, molestatori. Come faccia una persona normale a prendere il taxi, è un mistero dei nostri tempi". Poi conclude: "Noi vogliamo andare al governo per dire basta a tutto questo schifo. Chi esce dalla stazione deve avere la possibilità di camminare liberamente e in sicurezza".

Tags

Commenti

Commenta anche tu